Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 10 Aprile 2015

Dopo la gloriosa esperienza televisiva di "P'tit Quinquin", Bruno Dumont si prepara a tornare al cinema col progetto "Slack Bay (Ma Loute)", una commedia nera che avrà nel cast Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi e Fabrice Luchini

Juliette Binoche

Dopo essersi dato al mondo televisivo con la miniserie P'tit Quinquin (scelto dai prestigiosi Cahiers du cinéma come Miglior Opera del 2014), Bruno Dumont si prepara finalmente per il suo ritorno al cinema con il progetto Slack Bay (Ma Loute). Ricco e variegato il cast: avremo una delle migliori attrici del mondo, ovvero Juliette Binoche (che con Dumont lavorò già per Camille Claudel 1915), il Fabrice Luchini di Gemma Bovery, e addirittura la nostra Valeria Bruni Tedeschi, che continua sapientemente ad alternare offerte italiane e francesi. 

Al centro della narrazione saranno due detective mandati in una località balneare a seguito di alcune misteriose sparizioni. Qui faranno la conoscenza di due strane congreghe, i Bréfort, clan composto prevalentemente da traghettatori locali, e i Van Peteghems, decadenti e borghesi in vacanza nella villa di famiglia. Ad arrivare sarà ovviamente una love story quasi in stile Romeo & Giulietta, la quale scuoterà le acque dando il via ad una commedia che promette umorismo nero a volontà. Come di consueto, per l'occasione Dumont utilizzerà anche diversi attori non professionisti, i quali serviranno a formare l'ensemble di una comunità stramba.

Il progetto, spiega Screen Daily, è stato appena acquistato dalla Memento Films International (MFI), che inizierà a venderlo al mercato del Festival di Cannes. “Lo script brillante ed esilarante di Bruno Dumont è una ventata d'aria fresca – dice entusiasta Tanja Meissner, portavoce della compagnia – Abbiamo sempre amato il cinema di Bruno Dumont, ma P'tit Quinquin ci ha sorpresi, ed è per noi un oggetto cult. Siamo molto eccitati di lavorare a questo progetto, che siamo sicuri sarà uno dei film più unici, ispirati e spettacolari dell'anno prossimo”. 

[Leggi anche: Bruno Dumont ha trovato la sua vocazione: la tragicommedia]

Le riprese di Slack Bay dovrebbero iniziare questa estate, con un'uscita nelle sale prevista per metà del 2016. Tanta è la curiosità nel vedere dove ci porterà il regista di Twentynine Palms e L'umanità, che con il precedente P'tit Quinquin ha catalizzato gli spettatori televisivi di tutto il mondo. Stavolta, dispone di un budget di quasi 7 milioni di euro, grazie ai contributi di 3B Productions, Arte, Pictanovo, TwentyTwenty Vision, CNC e Canal+. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box