Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 14 Novembre 2014

Nuove regolamentazioni dalla Cina per i video in streaming. Vietate le scene di relazioni extra-coniugali, riferimenti sessuali, seduzione e in generale “l'eccessivo contatto fisico". No anche ai fantasmi, omicidi, uso di droghe e gioco d'azzardo

La censura in Cina

Spietatissima censura cinese, che continua ad emettere nuove regolamentazioni per i video online. Le ultime decisioni dello State General Administration of Press, Publication, Radio, Film and Television (SAPPRFT) fanno definitivamente venire i brividi: vietato mostrare scene di relazioni extra-coniugali, rapporti occasionali, abusi sessuali, incesti, necrofilia, prostituzione, masturbazione, seduzione e in generale “l'eccessivo contatto fisico”. Ancora: vietate anche le scene che mostrano omicidi, suicidio, uso di droghe, rapimenti, gioco d'azzardo, per non parlare di fantasmi o “horror eccessivo”. Che cosa rimarrà da vedere nei canali streaming cinesi dopo queste regolamentazioni è difficile dirlo, anche perché non ci viene praticamente in mente nessun film che non abbia almeno una di queste caratteristiche, se non forse qualche produzione Disney di vecchia annata. Pensiamo alle grandi serie tv che stanno spopolando anche nei territori cinesi, ad esempio Game of Thrones – Il trono di spade: una puntata di 50 minuti rischia di diventare meno della metà.

All'inizio di questo mese, la SAPPRFT, attualmente impegnato in una campagna anti pornografia, volgarità e corruzione, ha annunciato che ogni film e serie tv dovrà essere esaminato prima di poter essere messo online. La caccia ai divieti includerà cortometraggi e video musicali, nonché le foto degli utenti. Un fatto assolutamente paradossale, considerando come la Cina sia ormai diventata la nazione numero 1 nel mondo, compiendo passi da gigante per modernizzarsi sia a livello tecnologico che in fatto di life-style. O almeno così pensavamo.

[Leggi anche: Cina e streaming: la censura è padrona]

Le reazioni perplesse del popolo web, ovviamente, sono decisamente giustificate. Dice un utente: “Secondo queste regole, non possiamo vederci film d'azione, romance o horror. Pensano forse che dovremmo guardarci CCTV News (l'emittente nazionale) tutti i giorni? Haha”. E ancora: “Non puoi far guardare agli ultra trentenni qualcosa che è stato concepito per i bambini di 10 anni”. Insomma, bruttissime cose dalle parti dello streaming online cinese, e ovviamente la paura più grande è che queste regolamentazioni raggiungano poi il circuito cinematografico e homevideo: in tal caso, non ci sarà praticamente più nulla da vedere. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box