Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Luglio 2015

La Disney prosegue con i suoi nuovi adattamenti live action. Stavolta, a diventare in carne ed ossa sarà "Aladdin"; o almeno, uno dei personaggi più amati del suo universo, Il Genio, di cui ci verranno raccontate le origini

Aladdin

Certo che riuscire a stare dietro a tutti i nuovi progetti in ballo della Disney è diventata veramente una cosa ardua, soprattutto adesso che ha deciso di trasformare in live action praticamente tutti i cartoni animati più celebri del suo catalogo. L'ultimo della lista è Aladdin, meraviglia targata 1992 rivelatasi poi un autentico cult amatissimo da grandi e piccini, merito della coppia di registi Ron Clements / John Musker, così come delle splendide e memorabili canzoni. Per la sua trasformazione in una pellicola in carne ed ossa, la casa di Topolino ha però deciso di focalizzarsi principalmente sulle origini di un personaggio, ovvero il Genio. Intenzione del progetto, secondo quanto riporta Screen Rant, sarebbe quella di raccontare il passato del nostro eroe blu, spiegandoci come sia finito rinchiuso dentro la lampada. 

A scrivere la sceneggiatura del reboot, Damian Shannon e Mark Swift. Una scelta decisamente strana, essendo la coppia specializzata in film dell'orrore, e basti pensare che tra i loro precedenti lavori figurano titoli come Venerdì 13 (versione 2009) e Freddy vs. Jason. Non sarebbe forse stato meglio ingaggiare qualcuno di più abituato ad atmosfere favolistiche e sognanti? La stessa cosa per il coinvolgimento del produttore Tripp Vinson, anch'egli proveniente da territori decisamente più oscuri e paurosi, includendo film tipo The Exorcism of Emily Rose e Number 23

Chissà cosa sta passando in testa alla Disney per convocare un squadra apparentemente così lontana dal cartone originale? Che possa essere un inconfondibile indizio di ciò che ci aspetta? Nel senso, possibile che la giovinezza del Genio possa svolgersi fra macabre atmosfere orrorifiche? Non rimane che attendere ulteriori news, anche perché ad oggi non abbiamo ancora la conferma di un papabile regista.

[Leggi anche: Paul Thomas Anderson scriverà e forse dirigerà "Pinocchio" con Robert Downey Jr.]

Se il reboot dovesse avere il successo sperato, la produzione intende poi proseguire con una seconda pellicola, la quale sarà finalmente incentrata su Aladdin e Jasmine. Consapevoli come siamo che non raggiungerà mai la bellezza del film originale, incrociamo le dita affinché possa comunque essere un'opera tanto emozionante quanto divertente. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box