Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 10 Maggio 2015

Tra i documentari più scottanti del panorama, merita sicuramente un posto "An Open Secret" di Amy Berg, che ha indagato dietro le quinte del mondo dorato di Hollywood scovando i suoi loschi segreti che comprendono abusi sessuali e pedofilia

An Open Secret

Pedofili nel mondo dorato del cinema americano? Tanti, forse anche più di quanto possiamo immaginarci. A indagare sulla delicata faccenda è la regista Amy Berg, che ha realizzato An Open Secret, uno scottantissimo documentario lanciato dai media americani come “il film che Hollywood non vorrebbe mai mostrarvi”. La cineasta, già nominata all'Oscar per Deliver Us from Evil, raccoglie le testimonianze di ex bambini attori le cui vite sono state drammaticamente rovinate da alcune losche personalità che opera(va?)no negli studios statunitensi. Un argomento attualissimo: basti pensare che recentemente, un uomo oggi 31enne accusò il regista di X-Men Bryan Singer di averlo abusato mentre era minorenne, il tutto con la compagnia di altri potentissimi di Hollywood.

Quando la pellicola fu presentata ad un festival newyorchese l'anno scorso, molti credevano che non avrebbe mai trovato un distributore. E invece, complice le recensioni positive, il film uscirà finalmente nelle sale americane il prossimo mese, seppur in maniera limitata. Sognando un lancio più internazionale, An Open Secret sarà poi presentato al mercato dell'imminente Festival di Cannes: quale miglior vetrina per trovare nuovi alleati? Per l'occasione, ne è stato finalmente pubblicato un primo trailer:

Per indieWIRE, trattasi di un film che offre “uno sguardo incisivo e completamente inflessibile a un soggetto troppo raramente scrutinato”, mentre per l'Hollywood Reporter, “lo sguardo della Berg è fortemente focalizzato, e, con un po' di fortuna, incoraggerà le altre vittime ad uscire allo scoperto per illuminare i genitori degli aspiranti attori sui pericoli dell'industria”. 

[Leggi anche: "Category X", un documentario scottante sul porno francese]

Insomma, decisamente un film intrigante: che possa arrivare anche nelle nostre sale prima o poi? Ma ancor di più: a quando un documentario che affronti invece gli abusi dietro le quinte dello spettacolo italiano? Perché, ne siamo sicuri, anche in quel caso ci sarà un bel po' da rabbrividire con disgusto. 

Nel frattempo, ricordiamo che l'attivissima Berg è attualmente impegnata con diversi nuovi progetti, tra cui un docu sulla leggendaria musicista Janis Joplin. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box