Ritratto di Simone Malacarne
Autore Simone Malacarne :: 15 Dicembre 2015

"Prometheus 2" aka "Alien: Covenant" ci riporterà il celebre alieno in tutte le sue forme. A rivelarlo, niente di meno che il regista Ridley Scott. Solita furbata commerciale o dobbiamo seriamente iniziare a eccitarci?

Ridley Scott

Con il primo Prometheus del 2012, Ridley Scott lasciò delusi molti fan che si aspettavano una vicinanza molto più marcata con la saga originale di Alien iniziata nel '79. Quindi, preso nota delle lamentele, stavolta l'autore promette un legame molto più forte: non solo Prometheus 2 aka Alien: Covenant si ricollegherà direttamente allo storico franchise, ma presenterà anche la mitica e mostruosa creatura in tutte le sue possibili sembianze. Dichiara il regista su The Wrap: “Li avremo tutti. L'uovo, il mangiatore di facce, il distruttore degli addomi, e poi quello grande”. 

Prosegue Scott sull'atteso sequel, che avrà per protagonista un gruppo di nuovi esploratori: “Andranno nel pianeta da cui provengono gli ingegneri. E incroceranno le creature. Perché l'hanno fatto? Perché mai avrebbero dovuto fare una bestia così terrificante? Un essere biomeccanico, un'arma. Il film spiegherà tutto questo, reintroducendo l'alieno”.

Insomma, detta così parrebbe veramente la cosa più eccitante del mondo. Il nostro consiglio, però, è di prendere queste parole con le pinze, dato che negli ultimi mesi Ridley ne ha veramente dette di tutti i colori su Prometheus 2, contraddicendosi più o meno ogni 2 giorni. E in fondo, anche il film di tre anni fa doveva avere grandi collegamenti con l'alieno, e sappiamo già tutti com'è andata.

[Leggi anche: I migliori e peggiori film di Ridley Scott]

Per ora, non ci rimane che attendere l'uscita di Covenant, prevista per la fine del 2017. Come già sappiamo, ritornerà a bordo Michael Fassbender, ancora una volta nei panni dell'androide David, mentre l'Elizabeth Shaw di Noomi Rapace dovrebbe presenziare solamente con un breve e fugace cameo. 

A curare la sceneggiatura, l'acclamato John Logan, precedentemente alle prese con rinomate pellicole come Skyfall di Sam Mendes, Hugo Cabret di Martin Scorsese e – sempre di Scott – Il Gladiatore

Categorie generali: 

Facebook Comments Box