DOMINION

 
Video Dominion
Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 7 Marzo 2016

Takeshi Kitano è l'ottimo nuovo ingresso di "Ghost in the Shell", trasposizione live action del celebre manga di Masamune Shirow già trasformato in anime da Mamoru Oshii. Con lui nell'avventura, Scarlett Johansson e Michael Pitt

Takeshi Kitano

Come già sappiamo, Hollywood sta attualmente lavorando su una trasposizione live action di Ghost in the Shell, manga pubblicato da Masamune Shirow nel 1989 e trasformato poi in un anime di successo da Mamoru Oshii nel 1995. Trattasi di un oggetto cultissimo per tutti gli amanti di animazione giapponese e cinema asiatico, e quindi potete ben immaginare la loro reazione alla notizia che a vestire i panni della protagonista sarà Scarlett Johansson.

Nulla da dire alla carismatica attrice, ma di certo, i cinefili avrebbero preferito trovare un nome nipponico, piuttosto che una stella americana. Le cose non sono poi andate meglio coi successivi annunci: a dirigere l'operazione sarà il Rupert Sanders di Biancaneve e il cacciatore, mentre a interpretare l'Uomo che ride, uno dei personaggi più cool del manga originale, sarà Michael Pitt. Infarti su infarti, e alcuni hanno addirittura aperto delle petizioni per rinnovare il casting.

Evidentemente, la cosa non è sfuggita alla produzione, che ha deciso di dare un contentino ai puristi. L'ultima new entry in squadra, infatti, è niente di meno che il grande Takeshi Kitano, uno dei volti più amati e celebri della scena nipponica, autore pluripremiato (e pensiamo a Hana-bi – Fiori di fuoco, Leone d'oro a Venezia 1997) nonché co-protagonista di pellicole come Furyo di Nagisa Oshima e Battle Royale di Kinji Fukasaku.

[Leggi anche: Takeshi Kitano sarà un "pervertito" nel nuovo film di Wayne Wang]

Al nostro andrà il ruolo di Daisuke Aramaki, capo della Sezione 9. Kitano ha garantito che il  personaggio sarà veramente tosto e particolare, ma, soprattutto, ha promosso il progetto definendolo “divertente e stiloso”. Basterà la sua presenza a placare anche se di poco la rabbia dei fan? Di certo, ora abbiamo veramente un ottimo motivo per vedere la pellicola, che, ricordiamo, arriverà nelle sale statunitensi il 31 marzo 2017. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box