Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 30 Giugno 2014

Uno dei capolavori di Takashi Miike, Audition (1999), avrà un remake americano girato dallo sconosciuto Richard Gray e supervisionato da Mario Kassar. I fan, sull'orlo della disperazione, si consolano col trailer di Over your dead body (Kuime)

Takashi Miike

Un remake americano per Audition di Takashi Miike? Lo dirigerà lo sconosciuto Richard Gray, per la paura e la preoccupazione dei tanti fan dell'autore giapponese. Audition, uscito nel 1999, è infatti tra i film più belli e amati di Miike, un autentico capolavoro pieno di inventiva e soluzioni inquietanti capaci di esplodere nella memoria dei cinefili a distanza di anni. Tratto da un romanzo di Ryu Murakami, la pellicola racconta di un vedovo che organizza delle audizioni per trovare una nuova moglie: pare avere scovato la donna perfetta, peccato che questa nasconda un oscuro segreto pronto a scoppiare nel delirio più esistenziale. Ora, questa inquietante storia verrà trasposta in terra americana: a supervisionare il progetto è Mario Kassar, già produttore esecutivo di cult quali Basic Instinct (Paul Verhoeven, 1992), Terminator II (James Cameron, 1991) e Rambo (Ted Kotcheff, 1982). Titoli che potrebbero riaccendere le speranze per un buon remake, ma di fronte a un regista sconosciuto tutto è possibile: di sicuro eguagliare la bellezza della pellicola originale sarà impresa ardua.

In attesa (o disattesa, dipende dai punti di vista), ricordiamo che il grande Takashi Miike ha già pronto diverse pallottole pronte ad esplodere nei prossimi mesi, magari alla Mostra del Cinema di Venezia. Kuime (Over Your Dead Body) è un horror interpretato da Ko Shibasaki, Hitomi Katayama ed Ebizo Ichikawa: uscirà nei cinema giapponesi il 23 Agosto 2014, e grande è la speranza di vederlo al Lido fra le proiezioni di mezzanotte. A giudicare dal primo trailer integrale (che vi proponiamo qui sotto), sembra proprio un meraviglioso e sanguinoso viaggio tra fantasmi giapponesi. Previsto invece per il prossimo anno Yakuza Apocalypse: The Great War of The Underworld, che racconterà di un yakuza trasformatosi in vampiro per vendicare il proprio mentore. Ha dichiarato Hayato Ichihara, che interpreta il protagonista principale: “Non ho mai visto un film così selvaggio e inusuale prima”. E conoscendo il regista, non stentiamo proprio a crederci. 

Ancora una volta, Miike è pronto a dimostrare di essere il più grande cineasta giapponese del mondo. Autore prolifico e versatile, tra i suoi capolavori ricordiamo gli iperbolici yakuza movie Ichi The Killer (2001) e Dead or Alive (1999), il perverso e al contempo commovente film esistenziale Visitor Q (2001),  il macabro surrealismo orrorifico di Gozu (2003) e il ludico meltin' pot di The Happiness of The Katakuris (2002).

 

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box