Ritratto di Maria Giorgia Vitale
Autore Maria Giorgia Vitale :: 5 Agosto 2014

Per i nostalgici ma anche per le nuove generazioni, arriverà nelle sale italiane dal 18 settembre, "Tartarughe Ninja", diretto da Jonathan Liebesman, regista de "La furia dei titani"

tartarughe ninja

Correva l’anno 1984 quando venne pubblicato il primo fumetto, ideato dalla casa editrice Mirage Studios e nato dalla fantasia dei disegnatori Kevin Eastman e Peter Laird. Tre anni dopo, la Mirage Studios collaborò con un’azienda di giocattoli affinché venissero creati dei modellini snodabili. L’accordo stabiliva che la televisione avrebbe aiutato a pubblicizzare i giocattoli con una serie animata destinata a riscuotere un successo clamoroso tra i più piccoli e non solo. Infatti, la vera fama delle Tartarughe Ninja si deve proprio alla trasposizione animata per la quale tutti i bambini andarono matti. Ancora di più quando nel 1990 uscì il film televisivo Tartarughe Ninja alla riscossa.

La trama generale a cui ci siamo abituati è che a New York, dopo un incidente automobilistico, un liquido radioattivo si disperde nelle fogne, contaminando quattro piccole tartarughe che si erano smarrite. Queste subiscono una mutazione genetica che le porta ad assumere sembianze antropomorfe e capacità intellettive superiori agli stessi umani. Oltre a loro, viene infettato anche un ratto di nome Splinter appartenente ad Hamato Yoshi del quale aveva osservato gli allenamenti di ninjitsu. Così, Splinter educa le tartarughe insegnando loro tecniche di combattimento per abbattere la malavita della city, tra cui il pericoloso Clan del Piede.

Mantenendo il genere fantascientifico e inserendo la cultura degli antichi guerrieri giapponesi, si fa un salto dal piccolo al grande schermo con Tartarughe Ninja, un kolossal che mixa live action e CGI (computer-generated imagery) 3D con un reboot che certamente non avrà quel tocco di genuinità del film originale, ma certamente si appresta ad essere molto accattivante.

Nel cast troviamo Megan Fox nel ruolo della giornalista April O’Neil; Will Arnett interpreterà il cameraman Vernon Fenwick; per quanto riguarda le quattro tartarughe, Alan Ritchson sarà Raffaello; Pete Ploszek sarà Leonardo; Jeremy Howard sarà Donatello e Noel Fisher sarà Michelangelo. Oltre a loro, ci saranno anche William Fichtner nel ruolo dell’acerrimo nemico dei quattro guerrieri mutanti: Shredder, capo del clan del Piede e Whoopi Goldberg nel ruolo di Bernadette Thompson. Tony Shalhoub sarà la voce di Splinter.

Se state pensando che la Fox si spoglierà anche per un solo micro frangente, cascate male. Lo ha confermato lei stessa, ora madre di due figlioli: «Sono completamente vestita per l'intero film. Non c'è pelle gratuita o niente di sessuale. Jonathan ha insistito molto che non fossi sessualizzata o interpretassi quel tipo di ruolo tipico interpretato sinora dalle donne nei film e da me in particolare».  

Oltre al trailer, potete gustarvi i motion poster delle quattro Tartarughe Ninja.

Trailer Ufficiale di Tartarughe Ninjia
Motion Poster di Leonardo
Motion Poster di Michelangelo
Motion Poster di Raffaello
Motion Poster di Donatello
Megan Fox Poster Tartarughe Ninjia Tartarughe Ninja armi

Categorie generali: 

Facebook Comments Box