Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 20 Novembre 2015

L'autore della serie e l'emittente televisiva stanno cercando un accordo per iniziare a produrre la terza stagione della serie

Matthew McConaughey e Woody Harrelson

Immaginate di essere a capo della HBO, una delle emittenti televisive più importanti degli Stati Uniti, e provate a pensare come reagireste se vi dicessero che l’avventura di True Detective finisce qui, alla seconda stagione. Probabilmente sareste disperati, in ansia per aver perso uno dei gioielli più validi e di valore della vostra collezione. Lo stesso sconforto sarebbe percepito dalle migliaia di telespettatori che negli ultimi anni si sono lasciati travolgere dalla serie tv scritta da Nic Pizzolatto.

Nonostante la seconda stagione sia stata criticata sia dal pubblico che dalla critica, in molti aspettano l’annuncio della terza per la quale però pare si debba aspettare. Proprio in questi giorni si sta parlando delle recenti trattative in corso tra il network e il creatore della serie. Per cercare di cambiare leggermente rotta rispetto all’ultimo ciclo di episodi interpretati da Vince Vaughn, Colin Farrell e Rachel McAdams, la HBO sta facendo  delle proposte allo scrittore di origini italiane, il quale però non si è ancora sbilanciato. Non si sa infatti se Pizzolatto sarà disposto a rinunciare a parte della sua autonomia e a lavorare con un team di sceneggiatori o ad accettare l’ingresso di un nuovo showrunner.

[Leggi anche: Un cupo e potente trailer per la seconda stagione di "True Detective"]

Molti credono che ad aver "danneggiato" la seconda stagione della serie - o la percezione della stessa -  sia stato il cambio di attori. Troppo perfetti sono sembrati Matthew McConaughey e Woody Harrelson nei panni dei due detective a caccia di un killer nelle pianure dell’umida e decadente Louisiana. Magnificamente nichilisti e pieni di dolore represso.

Nonostante queste premesse però bisogna ammettere che la seconda stagione di True Detective ha registrato una media stagionale di spettatori più alta rispetto alla precedente. Michael Lombardo – presidente della HBO – si dice elettrizzato all’idea di continuare a collaborare con Pizzolatto, autore che lui considera tra i più talentuosi e promettenti della sua generazione.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box