Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 23 Agosto 2014

Che sia una buffonata o una trovata social geniale, alcuni cinema cinesi ora permettono, ai propri spettatori, di commentare in diretta il film tramite degli sms che poi verranno proiettati sullo schermo assieme alla pellicola

Un esempio di messaggi sugli schermi nei cinema cinesi

L'ultima trovata dei cinema cinesi? Permettere agli spettatori di commentare il film in diretta tramite dei messaggi che poi vengono immediatamente mostrati sullo schermo. Insomma, altroché sottotitoli che distraggono: ora, mentre state guardando il vostro film preferito, potreste rirovarvi, sopra la testa dell'attore, i commenti del vostro vicino di poltrona. Dunque, ancora una volta la Cina va nella direzione opposta rispetto i cinema occidentali, i quali raccomandano sempre di spegnere cellulari e di fare silenzio prima della proiezione. 

Il nuovo esperimento coinvolge già diverse sale di Pechino e Shanghai, le due grandi metropoli cinesi: il pubblico è incoraggiato ad esprimere le proprie opinioni (soprattutto se negative), le quali saranno proiettate sullo schermo assieme alla pellicola. Basterà inviare un sms e voilà, il tuo pensiero è davanti a tutta la sala. Un disastro assoluto o puro social networking all'avanguardia? Avete presente le pagine Spotted di Facebook, quelle dove potete lasciare messaggi anonimi a varie community della vostra città? Di solito si usa per rimorchiare, e ora, se siete in Cina, potete farlo comodamente dalla vostra poltrona cinematografica. “Ciao, ragazza con i capelli verdi seduta in terza fila, chi sei? Vorrei conoscerti!” Kaboom!, il delirio assoluto, il cinema è diventato festa sociale privato della sua sacralità, del suo silenzioso rito quasi religioso di fruizione. 

Shen Leping, regista di The Legend of Qin, è entusiasta: “Stiamo esplorando come le opinioni degli spettatori possano influire sul film.. Stiamo, infatti, mettendo il regista e l'audience sullo stesso piano, e credo che molte opinioni degli spettatori possano essere utili per i cineasti”. Le proiezioni commentate, fin'ora, hanno coinvolto un pubblico molto giovane (dai 24 anni in giù), quello più abituato alle novità tecnologiche degli smart phone et affini. Che questa insolita usanza possa giungere anche sugli schermi occidentali? Speriamo proprio non accada mai!

Eppure, se volete farvi un'idea di come sia vedere un filmato commentato, qui sotto vi proponiamo un video dal sito cinese AcFun, il quale offre già, da diversi anni, la possibilità agli utenti di scrivere i loro pensieri impressi sulle immagini:

 

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box