Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 6 Luglio 2016

Secondo le ultime analisi giunte dagli States, le vendite dei nuovi Blu-ray Ultra HD non stanno andando bene, ma benissimo, con una costante crescita 4 volte più veloce rispetto ai normali Blu-ray quando erano usciti un decennio fa

Blu-ray Ultra HD

I consumatori odierni? Affamati di qualità, di risoluzioni sempre maggiori, oltre la perfezione visiva. Lo dimostrano le ultime analisi giunte dagli States: le vendite dei nuovi Blu-ray Ultra HD non stanno andando bene, ma benissimo, con una costante crescita 4 volte più veloce rispetto ai normali Blu-ray quando erano usciti un decennio fa. Specificando le cifre: dallo scorso marzo sono stati distribuiti circa 45 titoli in Blu-ray Ultra HD, e ad oggi ne sono stati venduti oltre 228.000 unità. Quando uscirono i primi Blu-ray, invece, nello stesso lasso di tempo erano stati acquistati “solamente” 57.000 dischi. Insomma, il salto è evidente, per la felicità delle case di distribuzione home video.

Una cosa, forse, anche normale, dato che quando erano usciti i primi Blu-ray, molti consumatori erano ancora legati al buon vecchio Dvd, le televisioni 4K ultra definite non erano ancora così in voga e le persone, piuttosto che comprare, preferivano prima osservare. Oggi invece siamo già tutti attrezzati per accogliere l'alta definizione in casa nostra, e il passaggio all'Ultra HD non è stato tanto un azzardo, quanto una naturale evoluzione, complice l'abbassamento generale dei prezzi: avere un impianto come si deve a casa non è più un lusso, bensì una cosa alla portata di tutti.

[Leggi anche: Obbligo di sistema DVB-T2 per le tv: si attende un super saldo dei modelli precedenti]

Ha sottolineato Ron Sanders, presidente della Warner Bros. Worldwide Home Entertainment Distribution: “Il nuovo formato Ultra HD ci permette di dare al pubblico la miglior qualità audio-video disponibile al giorno d'oggi (...). Sia l'audience che i cineasti sono eccitati dalla maniera in cui riusciamo a presentare i film agli spettatori casalinghi”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box