Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 6 Maggio 2014

"I DVD e i Blu-Ray non hanno più futuro". A parlare è la Sony, che in questi giorni ha tagliato il proprio budget dedicato ai prodotti home-video. Motivo della morte di questi supporti sarebbe il grande calo di vendite, complice lo streaming online

Blu Ray

Dopo aver inventato il Blu-ray agli inizi dello scorso decennio, ora la Sony ne decreta anche la fine. Secondo la casa di produzione giapponese infatti, il mercato dell'home-video è praticamente senza futuro. La vendite di DVD e Blu-ray sono state in rapidissimo calo, costringendo il colosso nipponico a tagliare il proprio budget aziendale dedicato al settore, passando da 80 miliardi di yen a 26. Uno stacco netto, che fa sperare poco in un'eventuale ripresa.

Secondo la Sony, il DVD fu un grande successo commerciale, comprato in massa dagli utenti di tutto il mondo. Eppure, il suo successore, il Blu-ray, non ne ha saputo eguagliare il boom. Ora, persino il mercato dei DVD è ai minimi storici, in quanto molti spettatori hanno scelto di usare i nuovi canali digitali in streaming come Netflix, iTunes e altri, senza contare le gravi perdite per colpa della pirateria e del peer to peer. 

Tra gli altri segni di cedimento, troviamo la bancarotta delle più importanti catene di video-noleggio, e Blockbuster è un esempio lampante per tutti. Assieme al declino di questi supporti, trovano sempre meno consensi anche i mezzi per riprodurli, dai vari lettori agli impianti home theatre. A questo punto non rimane che adeguarsi alle nuove esigenze dei clienti: di recente, la Sony ha lanciato il media player FMP-X5, destinato agli streaming online di filmati in risoluzione 4k. 

Che l'epoca dei DVD e dei Blu-ray sia davvero giunta al suo termine? Se a dirlo è proprio l'inventore del mezzo, che anni fa è riuscito a battere concorrenti come la Toshiba, forse vale la pena farsi qualche domanda.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box