Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 31 Ottobre 2015

La costumista racconta le idee da cui è partita per lavorare agli abiti del nuovo horror gotico di Guillermo Del Toro

Kate Hawley sul set

Ogni settimana  la rivista Variety propone una collana di video davvero interessanti chiamata Artisans: interviste a tecnici, artigiani del cinema, dietro le quinte e making of per permettere agli spettatori di guardare un film con occhi più consapevoli.

Si sa, nessun personaggio è vestito in modo casuale; ciò non vuol dire che dietro ad ogni dettaglio ci sia un simbolo, o un significato altro, ma è sempre buona abitudine osservare con attenzione.

In questo caso parliamo di un film uscito da poco nelle sale italiane, Crimson Peak di  Guillermo Del Toro. Il regista si è lasciato alle spalle i super robot di Pacific Rim ed è tornato a lavorare alle atmosfere horror-gotiche che lo contraddistinguono. I protagonisti sono Mia Wasikowska, Jessica Chastain Tom Hiddleston, mentre la costumista intervistata da David Cohen è  Kate Hawley, già al fianco di Del Toro per Pacif Rim e addetta ai costumi per Lo Hobbit.

Buffalo, inizi del Novecento: una giovane autrice appassionata di fantasmi si innamora perdutamente di un uomo misterioso e affascinante che la porta a vivere nella sua gigantesca dimora in Inghilterra. Lì la coppia dovrà convivere con Lucille, la sorella di  Tom Hiddleston, tra morbosità incestuose, strani fenomeni, fantasmi del passato e molto altro.

I costumi d’epoca sono delle vere e proprie opere d’arte e Kate Hawley racconta come tutto sia partito dall’idea di contrasto che doveva contraddistinguere i due personaggi femminili, perché “con Del Toro funziona così: l’horror dev’essere fatto di bellezza”. Se quindi i vestiti di Edith (Wasikowska) sono pieni di luce, leggeri, fluidi, quelli di Lucille sono scuri, fatti di velluto pesante. Il personaggio della sorella è cupo, rigido come i corsetti  in cui le piace essere avvolta, mentre Edith è eterea e sognante come un personaggio uscito da un quadro preraffaelita. I colori, i tipi di tessuto, gli accessori sono dunque parte importantissima del film, protagonisti a tutti gli effetti insieme ai corpi a cui vengono affidati.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box