Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 20 Marzo 2018

L'industria dei Media va verso la produzione IP Live: i broadcaster si stanno preparando alla rivisitazione dei workflow di produzione live attraverso la progettazione di sistemi flessibili

IP Live Production

L’industria dei Media sta per compiere un grande passo verso un futuro basato su reti IP, in quanto la crescente domanda del mercato converge sempre più rapidamente in termini di standard, protocollo e interoperabilità. Un numero crescente di broadcaster clienti di Sony sta adottando sempre di più la tecnologia IP per la comprovata capacità di fornire video, audio e segnali di sincronizzazione 4K e HD live di qualità attraverso un unico cavo di rete e ha identificato l'Infrastruttura di Produzione IP Live come una delle principali aree commercialmente rilevanti per i prossimi anni.

Solo negli ultimi 12 mesi, leader del settore come BBC, TPC, TV Globo, SKY Perfect, JSAT Corporation, NEP Australia e CCTV si sono aggiunti alla serie già impressionante di broadcaster e società di servizi in tutto il mondo, che stanno effettuando la migrazione e usufruendo dei vantaggi offerti dall'utilizzo delle tecnologie IP. Sony ha rafforzato il proprio impegno a collaborare con i clienti per promuovere un futuro basato su reti IP, offrendo oltre 31 Progetti IP Live a livello globale.

Un network di oltre 60 partner in tutto il mondo
L'interoperabilità, gli standard aperti e una solida piattaforma tecnologica sono i principali catalizzatori della migrazione del settore verso l’IP. In base al Devoncroft's 2017 Big Broadcast Survey Global Trend Index, i broadcaster hanno identificato gli Ecosistemi Aperti (rispetto agli Ecosistemi di Singolo Fornitore) e i portafogli completi di prodotti e tecnologie tra i principali fattori determinanti per l'aggiornamento delle proprie infrastrutture verso l’IP.

"Abbiamo avuto il privilegio di poter plasmare positivamente il panorama IP lavorando su standard e protocolli IP aperti direttamente con le aziende del settore. Oltre a tecnologie eccellenti e soluzioni future-proof, i clienti cercano sempre più partner affidabili, standard aperti e servizi straordinari che li aiutino a prepararsi a un futuro basato su reti IP. Il 2018 sembra essere l'anno decisivo nell'evoluzione dell'IP", ha concluso Norbert Paquet, Head of Product Management di Sony Professional Solutions Europe.

Sony ritiene che limitarsi a utilizzare l'IP per la trasmissione di contenuti non sia sufficiente per realizzare un sistema di produzione live con un approccio più efficiente e pratico rispetto a SDI. Al fine di sfruttare al massimo i vantaggi della tecnologia IP, i sistemi devono disporre di ulteriore intelligenza integrata, derivante dalla collaborazione con le aziende del settore per raggiungere nuovi livelli di interoperabilità e standard aperti. In qualità di membro dell'IP Alliance, a cui partecipano oggi oltre 60 produttori, e di membro principale dell'Advanced Workflow Media Association (AMWA), Sony ha investito per contribuire allo sviluppo, all'adozione, alla standardizzazione e al perfezionamento delle Networked Media Open Specifications (NMOS-04/05) e prosegue nella propria partecipazione attiva per lo sviluppo delle specifiche NMOS IS-06.

Perché l'IP?
"L'IP è il presente e il futuro della produzione live", ha dichiarato Paquet. "Oggi siamo nel mezzo di una migrazione massiccia, in cui ogni grande progetto, ogni nuovo studio, ogni nuovo OB van, ogni applicazione utilizza la tecnologia IP o si basa su reti IP. La rapida accelerazione nell'adozione da parte dei clienti durante l'ultimo anno dimostra come il mercato si stia preparando velocemente a un futuro basato su reti IP e il nostro compito è aiutare i clienti a sfruttarne al meglio il potenziale come elemento strategico e operativo fondamentale".

Risparmio e tecnologie solide e flessibili: BBC Studioworks ha scelto di rendere scalabile il proprio Television Centre recentemente ristrutturato, investendo nel 4K su IP di Sony e scegliendo le tecnologie Sony per la linea di soluzioni "all-in-one" offerta in combinazione con il proprio approccio caratterizzato da standard aperti. "Il nostro obiettivo è proporre studi televisivi dai prezzi competitivi, che offrano le tecnologie più solide e al contempo più flessibili per soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti. Siamo certi che le tecnologie che abbiamo scelto, insieme alla location, al personale e alla nostra pluriennale esperienza con i clienti, ci aiuteranno senza dubbio a rendere il Television Centre il punto di riferimento televisivo nel Regno Unito", ha dichiarato Meryl McLaren, Commercial Manager di BBC Studioworks.

Interoperabilità con SMPTE ST 2110: per la sua struttura unica di produzione remota basata su reti IP, NEP Australia ha scelto le telecamere Sony HDC-4300, XVS-6000 e XVS-8000, tutte compatibili con SMPTE ST 2110, oltre a un'ampia gamma di monitor OLED e LCD di Sony. La flessibilità degli switcher della serie XVS ne consente l'utilizzo in ambienti HD, 4K, SDI o basati su reti IP.

Flessibilità nella trasmissione simultanea: anche il Technology and Production Centre Switzerland si è affidato alla qualità e all'innovazione tecnologica di Sony per la realizzazione e l'allestimento di uno dei primi OB van al mondo per la Produzione Live a Ultra Alta Definizione (UHD) basato su reti IP. Il fornitore di servizi tecnici ha acquistato una combinazione di telecamere HDC-4300 e switcher video high-end 4K IP XVS per raggiungere il proprio obiettivo di fornire ai clienti i più recenti standard tecnologici, tra cui 4K e HDR. L'unità OB così creata supporta UHD e HDR, è completamente basata su reti IP e funziona in conformità allo standard SMPTE ST2110 non compresso.

Maggiori informazioni sulle ultime proposte Sony per la produzione IP Live sono disponibili all'indirizzo: http://bit.ly/2H9Zt8I

Categorie generali: 

Facebook Comments Box