Ritratto di Simone Malacarne
Autore Simone Malacarne :: 23 Dicembre 2015

Da "Revenant - Redivivo" di Alejandro Gonzalez Iñárritu a "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino, passando per "Steve Jobs" di Danny Boyle: i film più gettonati agli Oscar 2016 sono già illegalmente online

Revenant - Redivivo

Dicembre, tempo di film da Oscar, con le major statunitensi che mandano gli screener a casa degli svariati membri dell'Academy, giusto perché questi qui, poverini, non hanno mai tempo di andare al cinema nonostante sia il loro mondo. Poi, accade puntualmente che qualche famigerato giurato abbia la pensata di prendere gli screener, di ficcarli sul proprio computer, e di diffonderli online per la gioia dei cinefili particolarmente inclini alla pirateria. 

Così, ecco sbucare fuori le prime vittime di quest'anno: tra gli altri, Revenant – Redivivo di Alejandro Gonzalez Iñárritu, The Hateful Eight di Quentin Tarantino, Steve Jobs di Danny Boyle, Creed – Nato per combattere di Ryan Coogler, Joy di David O. Russell, In the Heart of the Sea di Ron Howard, Carol di Todd Haynes, Room di Lenny Abrahamson e Brooklyn di John Crowley. In pratica, pellicole uscite da pochissimo, o, peggio ancora, che devono ancora uscire, e pensiamo a Iñárritu e Tarantino, che nei cinema americani arriveranno solamente il 25 dicembre.

Secondo il sito Torrent Freak, il titolo più downloadato è Revenant, ad oggi scaricato già oltre 300.000 volte (!!). A seguire, l'atteso western di Q.T., che ha perso la bellezza di 220.000 potenziali spettatori, che alla gloriosa proiezione in 70mm hanno preferito il mini schermino del pc casalingo. Insomma, la storia si ripete di anno in anno, e pure il 2015 non fa eccezione: evidentemente, però, farsi pubblicità per le premiazioni vale il prezzo da pagare.

[Leggi anche: Oscar 2016: ecco i 9 titoli rimasti in gara come Miglior Film Straniero]

Speriamo almeno che questi titoli raggiungano il loro scopo di farsi votare dall'Academy. Per saperlo con certezza, non rimane che attendere il giorno delle nomination previsto il 14 gennaio 2016. Per la Notte delle Stelle vera e propria, invece, bisognerà aspettare il 28 febbraio. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box