Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 9 Febbraio 2015

Appena passato al Sundance, "Hot Girls Wanted", documentario firmato da Jill Bauer e Ronna Gradis, è stato acquistato dal colosso web Netflix. Al centro delle vicende è l'industria del porno, e in particolare le sue tante giovani donne sfruttate

Hot Girls Wanted

Uno dei documentari più scottanti passati all'ultimo Festival di Sundance è stato sicuramente Hot Girls Wanted di Jill Bauer e Ronna Gradus. L'opera, creata in collaborazione con l'Istituto Kinsey per la Ricerca sul Sesso, ha indagato sul famigerato mondo della pornografia, focalizzandosi sulle giovani donne che lavorano nella fruttuosa industria. Intenzione dei due registi è quello di guardare a questo settore dell'entertainment con occhio critico, sottolineando come molte donne siano sfruttate dal proprio datore di lavoro. Non è certamente una cosa nuova: solamente pochi mesi fa, vi parlammo invece di Category X, documentario girato da Fred Ambroisine; qui, molte star del porno hanno espresso le proprie preoccupazioni riguardo l'odierna industria, in cui a pullulare sono le offerte al limite dell'osceno, come “farsi scopare da 50 uomini per 200 euro” .

Avvia la prova gratuita su MUBI

Hot Girls Wanted è poi stato acquistato da Netflix, colosso del Video On Demand e ormai sempre più legato al mondo del cinema. Entusiasti i due registi: “Netflix spartisce con noi la passione nel condividere delle storie di cui nessun altro parla ma che hanno bisogno di essere discusse. Non riusciamo ad immaginarci un partner più dinamico”. Ha espresso la sua gioia anche Rashida Jones, produttrice della pellicola: “Netflix è il partner ideale per noi; non solo capisce questo film, ma è anche la piattaforma più adatta per le persone che hanno bisogno di vederlo”. Dal canto suo, a parlare per il colosso è invece Erik Barmack, il quale ha affermato: “Jill e Ronna hanno esposto un mondo shockante di speranza e cuori spezzati. I cineasti hanno avuto un accesso senza precedenti a un mondo che non è mai stato documentato fino ad oggi, e siamo onorati di portare il loro risoluto lavoro agli spettatori di tutto il mondo”.

[Leggi anche: V.M 18: "Jonathan", il cortometraggio porno di Larry Clark]

Ricordiamo che proprio in questi ultimi giorni, Netflix ha reso disponibile ai propri utenti un altro interessante documentario, What happened, Miss Simone? di Liz Garbus, il quale ha affrontato vita e mito della celebre cantante americana Nina Simone. Il gigante del web ha anche firmato un accordo con Mark e Jay Duplass, affinché curino 4 film da mandare direttamente in streaming online dopo una breve tappa nelle sale cinematografiche. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box