Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 6 Gennaio 2016

Da improbabili cameo a scene di rara bellezza, ecco cinque momenti che richiedono il fermo immagine

Youth

Ogni volta che vediamo lo stesso film lo facciamo in modo diverso. Ogni volta si nota un particolare, si fa attenzione ad un dettaglio o ad una frase che in prima istanza non avevamo colto. Ecco uno dei vantaggi di costruirsi una videoteca personale: poter premere il pulsante “pausa” quando più ci piace. E i motivi possono essere diversi, più o meno voyeuristici. Abbiamo scelto cinque momenti del 2015 che meritano un fermo immagine, provare per credere:

Inside Out
La Pixar lo fa praticamente sempre, inserisce richiami ai suoi film precedenti all'interno delle nuove pellicole, gioca con l'autoreferenzialità. E se lo può permettere. Forse vi sarà sfuggito, ma nella mente della giovane protagonista ad un certo punto è ben visibile un gioco da tavola che si chiama “Find Me!” (trovami), con il disegno del piccolo Nemo.

Operazione U.N.C.L.E.
Con il fermo immagine è più facile riconoscerlo, ma quasi di sicuro vi sarete persi la vera identità del proiezionista del KGB nell'ultimo film di Guy Ritchie. Il regista britannico è infatti riuscito ad avere David Beckham in persona con tanto di completo elegante, occhiali squadrati e baffi.

Youth
In questo caso non c'è nessuna identità nascosta, si tratta del contrario. La scena in cui Madalina Diana Ghenea, l'attrice e modella rumena che interpreta Miss Universo, entra in piscina è da mettere in pausa semplicemente per ammirare la bellezza di un corpo nudo femminile. Si tratta di un momento breve, ma che è comunque finito per diventare il poster del film di Sorrentino.

Ant-Man
Senza mettere il film in pausa non si vede, ma non è la prima volta che la Marvel nasconde indizi e ombre all'interno dei suoi lavori. Quando Scott Lang entra nel regno quantico, tra la nebbia, si intravede un'ombra dalle sembianze umane. Potrebbe essere Janet Van Dyne, colei che era data per dispersa nel mondo? Forse sì, il sequel ci chiarirà le idee.

[Leggi anche: Madalina Ghenea, la grande bellezza di "Youth - La giovinezza"]

Eden
In confronto a questo cameo, quello di David Beckham non è nulla. Nel film francese che racconta la storia di un dj di musica house ad un certo punto ci sono due individui considerati non adatti per entrare in discoteca, sono i Daft Punk. Si tratta di uno dei rarissimi casi in cui il duo d'oltralpe si è mostrato senza le iconiche maschere.

Inside out Operazione U.N.C.L.E. Youth Antman Eden

Categorie generali: 

Facebook Comments Box