Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 23 Luglio 2015

In pura operazione nostalgica, oggi ripassiamo "Happy Days", la mitica sit-com andata in onda per ben 11 stagioni, dal 1974 al 1984. Ecco alcune curiosità che forse non sapevate su Fonzie e i suoi amici...

Happy Days

In pura operazione nostalgica, oggi parliamo di Happy Days, mitica serie tv andata in onda sull'emittente ABC dal 1974 al 1984, totalizzando l'invidiabile risultato di ben 11 stagioni. Ecco alcune curiosità che forse non sapevate, gentilmente ricordateci dal portale Mental Floss:

- Inizialmente, i produttori della sit-com volevano che fosse ambientato durante gli anni '20 e '30. Eppure, il creatore della serie Garry Marshall non sapeva proprio nulla di quei decenni, proponendo dunque di ambientarlo piuttosto all'epoca della sua giovinezza, i mitici anni '50.

- Ciononostante, il primo episodio fu un autentico fallimento. La serie venne momentaneamente accantonata, e l'episodio fu usato dal contenitore Love, American Style, definito da Marshall “la cantina degli episodi pilota falliti”.

- Happy Days sarebbe risorto qualche anno dopo solamente grazie ad American Graffiti di George Lucas. La pellicola, anch'essa ambientata durante gli anni '50, fu un grande successo tra il pubblico giovanile, convincendo la produzione a continuare finalmente la serie tv.

- Ron Howard, che interpreta Richie Cunningham, non aveva assolutamente intenzione di continuare a fare l'attore per la televisione. Infatti, all'epoca si era appena iscritto in una scuola di cinema per diventare un regista. Cosa l'ha spinto a firmare il contratto per Happy Days? L'ordinanza Nixon di mandare i giovani disoccupati in Vietnam!

[Leggi anche: 10 curiosità a proposito di Robin Williams. Non tutti sanno che...]

- Durante il 1975, grande sorpresa fu l'arrivo sul set, in qualità di visitatore, del leggendario musicista John Lennon. A quanto pare, suo figlio Julian era un grande fan di Happy Days, per cui il caro papà l'ha portato direttamente negli studios per fargli conoscere il cast.

- Diversi nomi usati dalla serie sono ispirati direttamente dalla vita di Marshall. Sua moglie, ad esempio, andava a scuola con un certo Potsie Weber, mentre Richie Cunningham era un ragazzino che frequentava la loro parrocchia locale. La prima casa acquistata dai coniugi Marshall, poi, fu in Arcola Street, come il Charles Arcola del programma.

- Inizialmente, il cognome di Fonzie doveva essere Arthur Masciarelli, come il cognome originale di Marshall. Fortunatamente, la produzione ha poi optato per Fonzarelli, dato che "The Mash" non sarebbe mai e poi mai suonato tanto cool quanto "The Fonz".

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box