Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 16 Maggio 2016

Quale gioia suprema per i cinefili, ogni qualvolta un classico del cinema viene restaurato e riportato al massimo splendore nel buio di una sala cinematografica. Ora tocca a un acclamato film di Ousmane Sembene, "La nera di..."

La nera di...

Quale gioia suprema per i cinefili, ogni qualvolta un classico del cinema viene restaurato e riportato al massimo splendore nel buio di una sala cinematografica. Ora tocca a un'autentica pietra miliare del cinema africano, La nera di... aka Black Girl di Ousmane Sembene, che racconta le vicende di una giovane ragazza del Senegal diventata una domestica in Francia. Il film ha vinto il Prix Jean Vigo e il Tanit d'Or del Carthage Festival nel 1966, oltre ad aver guadagnato gli applausi della critica.

Il New Yorker l'ha definito “un dramma intimo, diretto e realistico”, mentre per il Chicago Reader, “Sembene tiene sotto controllo le sue metafore, e il risultato è un film con un messaggio e una profonda caratterizzazione”. Ulteriori applausi, poi, sono arrivati anche dal New York Times, Slant Magazine, CinePassion, e diverse altre pubblicazioni.

Ad aver restaurato la pellicola, quei santi della Janus Films, da sempre interessati a scavare nella storia del cinema in cerca di perle da resuscitare. La versione 4K arriverà nelle sale newyorchesi la settimana prossima (qui sotto il nuovo trailer) e la speranza, ovviamente, è che possa giungere, prima o poi, anche qui in Italia: pretendere un'uscita regolare nei nostri cinema è pura utopia, ma forse qualche festival potrebbe riuscire nell'impresa di qualche proiezione speciale.

[Leggi anche: 10 film famosi andati perduti. Classici persi nei meandri di Hollywood]

Considerato uno dei capolavori assoluti del cinema africano, La nera di... rappresenta il vero esordio di Sembene al di là dei suoi cortometraggi precedenti. Nel corso dei decenni, il nostro avrebbe poi realizzato altre celebrate opere, vincendo molti premi nelle manifestazioni più importanti del circuito, dal Festival di Cannes a quello di Venezia, passando per Berlino, Karlovy Vary e Mosca. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box