Ritratto di Maria Giorgia Vitale
Autore Maria Giorgia Vitale :: 6 Agosto 2014

Dal 7 al 14 agosto, si svolgerà la seconda edizione del Guarimba International Film Festival che si terrà nel parco della Grotta della città di Amantea, in Calabria, ideato dal giovane regista Giulio Vita

la locandina del Guarimba International Film Festival

Il Guarimba International Film Festival, dedicato al cortometraggio, si è reso celebre dopo lo scorso anno quando gli organizzatori hanno riparato un vecchio cinema all’aperto, diventando così uno di quei casi di innovazione sociale in Italia. Da questo importante gesto, il festival si è fatto conoscere sul web tanto da coinvolgere quest’anno altre realtà artistiche italiane e internazionali come il Lago Film Festival e l’Ismailia International Film Festival.

Lo scorso anno, il presidente di giuria è stato il regista nominato agli Oscar, Nacho Vigalondo, mentre quest’anno sarà l’argentino Juan Pablo Zaramella, famoso per i suoi lavori di animazione, al quale sarà dedicata una retrospettiva inedita. Tra gli ospiti, ci sarà Tony Osso, regista calabro, naturalizzato statunitense, noto per aver partecipato alla realizzazione di film come Precious, Blue Valentine, Half Nelson e Broken Flowers. Il suo più grande, ambizioso e apprezzato lavoro The Devotion Project conta una serie di brevi documentari che raccontano l’esperienza di alcune coppie e famiglie GLBTQ e del loro amore. Presente anche Carlo Migotto, direttore del Lago Film Fest che porterà con sé per il pubblico una selezione di corti sperimentali; ed infine dalla Spagna arriva El Tornillo de Klaus, collettivo di registi e critici di cinema.

Il motto degli organizzatori è quello di riportare il cinema alla gente e la gente al cinema. In occasione di questa volontà di riappropriazione di spazi socio-culturali, la seconda edizione sarà inaugurata dalla proiezione di About The Resistance, un documentario che racconta la storia del Guarimba International Film Festival, pensando al cinema come atto di resistenza, attraverso le testimonianze dei sostenitori Nacho Vigalondo, Claudio Metallo, Benedetta Pannisson e tanti altri.

La giuria dovrà visionare e giudicare film provenienti da ogni angolo del mondo. Ecco le categorie: FICTION  (20 cortometraggi) di cui ricordiamo il vincitore della scorsa edizione, Ruslan Magomadov con il corto Home; ANIMAZIONE (15 cortometraggi)  il cui vincitore dell'anno scorso è stato il corto Oh Willy di Emma de Swaef e Marc James Roels; ed infine la sezione DOCUMENTARIO (10 cortometraggi), vinto nel 2013 da Benedetta Pannisson con Come To Venice. Ricordiamo anche la sezione OFF COMPETITION, in cui si presenteranno, assieme ai cortometraggi sperimentali del Lago Film Fest, le opere provenienti dall’Ismailia Film Festival selezionate da due  registi egiziani e dal programmatore del festival Ahmed Shawdy; affiancati dall’interessante iniziativa promossa dall’artista venezuelana Sara Fratini “Artists For La Guarimba”: si tratta di una selezione di opere realizzate da 30 illustratori di tutto il mondo, che per la scorsa edizione hanno realizzato una versione della locandina del festival, ognuno nella propria lingua.

L’ideatore del Guarimba International Film Festival ha dichiarato: «il successo del festival ha dato la possibilità ai guarimberos di viaggiare per il mondo, con l’intento di creare nuove corrispondenze con gli artisti di tanti altri paesi. Se durante i giorni del festival si è riportata la gente al cinema, durante il tour abbiamo portato il cinema alla gente, con colloqui, workshop, mostre e proiezioni dei nostri vincitori. Questo ci ha dato l'opportunità di conoscere altre realtà e creare una rete internazionale con progetti che condividono i nostri lavori di collettività e dell'importanza della cultura per lo sviluppo di una nuova società».

Lo scorso anno il festival ha contato più di 7000 spettatori ospitati nell’Arena Sicoli, quest’anno si duplicherà, magari con un numero ancora maggiore. «Guarimba - ha spiegato Giulio Vita – significa “posto sicuro” per gli indios venezuelani» ed è quello che rappresenta questo festival che ha appunto l’obiettivo di tornare alle origini, riavendo indietro una spazio culturale «lasciando esprimere in totale libertà ogni artigiano del cinema». Dunque, dal 7 al 14 agosto tutti in Calabria per il Guarimba International Film Festival

Categorie generali: 

Facebook Comments Box