Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 9 Settembre 2014

Dal 1984 il Dipartimento di Entomologia dell'Università dell'Illinois organizza Insect Fear Film Festival, che da trent'anni delizia il pubblico con film sugli insetti che fanno paura, oltre a organizzare esposizioni di tarantole, blatte e vermoni

Tarantola

Paura degli insetti? Insect Fear Film Festival all'Università dell'Illinois fu fondato dal Capo del Dipartimento di Entomologia, Prof. May Berenbaum, nel 1984 e nel tempo si è guadagnato l'attenzione dell'intera nazione. L'idea nacque quando uno dei laureati dell'Università notò la pubblicità circa un festival su Godzilla promosso dalla società asiatico-americana del campus; perché non creare un evento simile sui film con gli insetti che fanno paura? L'intento doveva essere sia di divertimento sia educativo.

Dopo un iniziale rifiuto dei docenti, dovuto al timore di rovinare l'immagine accademica del Dipartimento, fu Stanley Friedman ad accettare con entusiasmo la proposta e a diffondere l'idea nell'intero campus, con grande entusiasmo degli studenti. A partire dal primo esperimento nel 1984 si è mantenuto un format con due o tre lungometraggi - i primi furono Them e Bug - alternati a corti di animazione, come il vincitore di Oscar del 1980 The Fly.

Prima e durante il festival c'è la preziosa possibilità per il pubblico di visitare dal vivo alcune specie di insetti (e non) che dominano l'immaginario grazie alla loro fama inquietante, come le tarantole, le enormi blatte del Madagscar e la Sfinge del tabacco, uno dei lepidotteri più grandi sul pianeta. Con il tempo i festival sono diventati a tema: uno si è occupato, per esempio, solo di ragni, mentre un altro ha curato gli insetti femmina, proiettando Mothra, Empire of the Ants e l'unico film soft core sugli insetti, Invasion of the Bee Girls.

Tante testate hanno parlato di Insect Fear Film Festival, come Wall Street Journal, Washington Post, New York Times, Los Angeles Times, Chicago Tribune, Chronicle of Higher Education, Philadelphia Inquirer e Saint Louis Post-Dispatch.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box