Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Settembre 2015

Il Festival di Toronto 2015 apre i battenti proiettando due tra i film più attesi della prossima stagione, "Demolition" di Jean-Marc Vallée e "Where to Invade Next" di Michael Moore, entrambi apprezzati dalla critica

Demolition di Jean Marc Vallee

E mentre il Festival di Venezia si appresa a chiudere la sua 72a edizione, a stendere il tappeto rosso è invece il Festival di Toronto, che già alla serata d'apertura ha schierato due tra i titoli più attesi della prossima stagione, Demolition di Jean-Marc Vallée e Where to Invade Next di Michael Moore.

Buona l'accoglienza della stampa internazionale alla nuova pellicola di Vallée, con lodi arrivate soprattutto nei confronti del protagonista Jake Gyllenhaal, qui nel ruolo di un uomo in cerca di estrema catarsi dopo la morte della moglie. Scrive Variety: “Dopo aver messo su dei muscoli ed esser dimagrito per le sue parti recenti, Gyllenhaal ci porta la sua miglior performance da Brokeback Mountain”. Parole positive anche da Hitfix, che così riporta: “La storia potrebbe facilmente andare in direzioni sbagliate, ma la regia sicura di Vallée e la spettacolare interpretazione di Gyllenhaal la rendono sorprendentemente avvincente. E parliamoci chiaro: è Gyllenhaal a tenere tutto incollato”. 

Il film uscirà negli States solamente l'8 aprile, ma chissà che queste recensioni non convincano la produzione ad anticiparlo in vista degli Oscar? Anche perché Gyllenhaal godrebbe dell'hype di un'altra apprezzata performance, quella di Southpaw, ultima pellicola di Antoine Fuqua in cui veste i panni di un pugile caduto in disgrazia. 

Applausi anche per il nuovo documentario firmato da Michael Moore, Where to Invade Next. Per Screen Daily trattasi di un'opera “che mescola ironia e analisi più riflessive”, mentre secondo Variety, “Moore potrebbe aver trovato il suo film più commerciale e spassoso dai tempi di Fahrenheit 9/11". 

[Leggi anche: Michael Moore presenta il suo nuovo film, "Where to Invade Next"]

Insomma, il Toronto Film Festival non poteva decisamente aprirsi meglio, battendo il “rivale” Venezia fin dal primo giorno. E siamo solo all'inizio, in quanto sono già in arrivo i nuovi film di Ridley Scott, Stephen Frears, Jay Roach, Johnnie To, Sion Sono e diversi altri: rimanete con noi per tutti gli aggiornamenti dall'evento canadese!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box