Ritratto di Silvia Ricciardi
Autore Silvia Ricciardi :: 5 Luglio 2015

Il regista possiede un'ampia collezione personale di locandine concernenti film provenienti da ogni parte del globo terrestre: sono 34 i poster che vengono messi in mostra al Museum of Modern Art, tra cui quello di "Mean Streets" e "The leopard man"

Mean Streets

Ecco alcune locandine di film collezionate dal regista Martin Scorsese. La vastissima conoscenza che Scorsese mostra di avere nei confronti della Settima Arte non si ferma ai film stessi. Il regista possiede un'ampia collezione personale di locandine concernenti lungometraggi provenienti da ogni parte del globo terrestre!

Durante l’autunno le foto delle locandine collezionate da Martin Scorsese vengono messe in mostra al Museum of Modern Art in modo tale da permettere a tutti gli amanti non solo del cinema, ma dell'arte in generale, di poter andare a vedere queste opere cartacee mostranti i tratti caratterizzanti dei film in questione.

I titoli originali dei film che Scorsese prende a modello sono ad esempio The Searchers, Eyes Without a Face, The Tales of Hoffmann, Sullivan’s Travels, Black Narcissus, On the Waterfront. La serie di poster in mostra al Museo conta ben 34 locandine, di cui solo una raffigurante un lungometraggio appartenente alla filmografia firmata dallo stesso Scorsese: stiamo parlando di Mean Streets (la cui foto è visibile nell'immagine che apre questo articolo), pellicola che vede la presenza di Robert De Niro, Harvey Keitel e Amy Robinson.

Una delle locandine che Scorsese ama maggiormente tra quelle proposte nella collezione è quella di The leopard man. Il film è un classico horror noir in bianco e nero diretto dal Jacques Tourneur, uno degli autori fondamentali del Noir americano. La pellicola si basa sul romanzo Black Alibi scritto da Cornell Woolrich e vanta la presenza, come si evince dalla locandina riproposta di seguito, di Dennis O’Keefe, insieme a Margo, Jean Brooks e Isabel Jewell. La trama si snoda intorno alla scelta dell'impresario Jerry Manning di affittare un leopardo ammaestrato come trovata pubblicitaria per risollevare lo spettacolo della sua ragazza e cantante di night-club, Kiki. Durante il primo spettacolo in cui appare con il leopardo, Kiki, fa fuggire l'animale spaventato dalla sua rivale Clo-Clo, un’abile e talentuosa ballerina di flamenco. La misteriosa presenza del leopardo comparirà inaspettatamente, aggredendo in piena notte una povera ragazza indifesa, dando inizio ad una caccia senza sosta.

I walked with a zombie Sentieri Selvaggi Sullivan's Travels Narciso nero The Leopard Man Les yeux sans visage

Categorie generali: 

Facebook Comments Box