Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Febbraio 2016

"Mad Max: Fury Road" è un film femminista? Ecco la risposta del regista George Miller, che, ricordiamo, è anche tra i cineasti favoriti alla prossima cerimonia degli Oscar prevista il 28 febbraio

Mad Max: Fury Road

Iñárritu  avrà anche vinto il DGA come regista dell'anno per Revenant – Redivivo, ma alcuni esperti continuano a credere che ai prossimi Oscar previsti il 28 febbraio, la statuetta se la prenderà invece George Miller, il vero redivivo del panorama, tornato in grandissima forma dopo anni di sedazione grazie a Mad Max: Fury Road, che continua a esaltare critici e spettatori di tutto il mondo. 

E per cavalcare l'onda, l'autore continua a concedere interviste su interviste, approfondendo tematiche e spunti della pellicola. Ecco cos'ha rivelato sul presunto femminismo del film ai microfoni di NPR: “Non è apertamente femminista. Ero molto interessato al personaggio e alla maniera in cui solitamente le storie di Mad Max sono raccontate. In sostanza, sono storie allegoriche nello stesso modo in cui lo erano i western classici. Max è un personaggio che viene coinvolto in questa storia, è una sorta di vagabondo del deserto che cerca un qualche significato in questo mondo desolato, finendo per farsi catturare dalle loro vicende”. 

Prosegue: “Poi, la storia si è semplicemente evoluta, con un personaggio che in qualche modo diventa un'interessante eroina dell'action. Si è evoluta organicamente dalla narrazione. La medesima cosa vale per le nozioni femministe del film, non sono mai state le priorità della pellicola. Noi volevamo seguire la storia, e il resto è arrivato di conseguenza”.

[Leggi anche: "Mad Max: Fury Road": in arrivo una nuova versione in bianco e nero!]

Ricordiamo che durante gli Academy Awards, Fury Road potrebbe portarsi a casa ben 10 statuette: Miglior Film, Regia, Fotografia, Montaggio, Costumi, Makeup, Scenografie, Missaggio Sonoro, Effetti sonori, ed Effetti Visivi. I fan attendono trepidanti, lanciando maledizioni voodoo contro Iñárritu e Revenant

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box