Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 30 Aprile 2015

30 anni dopo l'ultimo "Mad Max" (che aveva ancora il volto di Mel Gibson), George Miller ritorna nei suoi mondi post-apocalittici in "Fury Road", capitanato da Tom Hardy e Charlize Theron. E a giudicare dall'ultimo trailer, sarà un vero spasso

Mad Max: Fury Road

Tra le bombe in arrivo al Festival di Cannes 2015, c'è anche il ritorno in campo di uno dei franchise più celebri del cinema, ovvero Mad Max, qui reboottato in Fury Road, abbandonando il volto originale di Mel Gibson per radunare una nuova squadra composta da Tom Hardy, Charlize Theron, Nicholas Hoult e Zoe Kravitz. Ma per nostra fortuna, a rimanere è il regista dei film originali, ovvero George Miller, che rinnova le sue ambientazioni predilette esattamente trent'anni dopo l'ultima volta (Mad Max oltre la sfera del tuono è infatti del 1985). 

Ora, la produzione ci presenta finalmente il trailer definitivo della pellicola, che odora di goduria assoluta. Ecco Charlize Theron coi capelli cortissimi e una mano metallica, i cattivi e le loro macchine che sembrano uscite dai mondi post-apocalittici di Ken il Guerriero, canyon che saltano per aria, inseguimenti fino all'ultimo respiro, esplosioni come se non ci fosse un domani, echi di macabre sette da film horror, e addirittura delle sboronissime acrobazie con Hardy duro e puro eroe dell'action. Grazie a Dio, non ci toccherà aspettare ancora molto, in quanto l'opera arriverà praticamente in contemporanea con la presentazione di Cannes, uscendo nelle sale italiane il 14 maggio.

Invidiabile è ovviamente anche la crew tecnica che è riuscita a radunare Miller, a iniziare dal direttore della fotografia John Seale, forte di 4 candidature agli Oscar di cui una vinta per Il paziente inglese di Anthony Minghella. In cabina di montaggio c'è invece Jason Ballantine, reduce dalla grandeur kitsch de Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann, mentre a curare le scenografie è Colin Gibson, che nel 1994 contribuiva a creare quel cult di Priscilla – La regina del deserto.

[Leggi anche: Un doppio Tom Hardy con Emily Browning in Legend]

Ricordiamo che dopo i primi film di Mad Max, George Miller aveva trovato un posto fra le lande hollywoodiane come regista di pellicole per famiglie, tra cui Le streghe di Eastwick, Babe va in città e i due Happy Feet. Quello di Fury Road segna dunque il suo ritorno nell'azione, un genere che ha contribuito a modellare in quel fatidico 1979, quando ha fatto indossare per la prima volta a Mel Gibson i panni dell'ex poliziotto in cerca di vendetta che ormai tutti conosciamo. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box