Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 29 Settembre 2015

Mark Wahlberg chiede scusa a Papa Francesco per "Ted", commedia girata da Seth MacFarlane con protagonista uno sboccatissimo orsetto parlante. Il fatto è accaduto poche ore fa al meeting per famiglie che il sommo pontefice ha tenuto a Philadelphia

Ted

Chi ha visto Ted di Seth MacFarlane sa benissimo quanto si tratti di una pellicola decisamente sboccata, avendo per protagonista un orsetto senza peli sulla lingua e politicamente scorretto, amante delle droghe, del sesso e di tutto il possibile sballo. Evidentemente, il protagonista Mark Wahlberg, che nella pellicola interpreta il suo migliore amico, si è sentito parecchio in colpa, tanto da chiedere scusa a niente di meno che Papa Francesco!

Il fatto è avvenuto poche ore fa al meeting per famiglie tenuto dal sommo pontefice in Philadelphia. Qui l'attore ha vestito i panni del presentatore, accogliendo fra l'altro un bambino quattordicenne, Bobby Hill, che si è esibito come ospite intonando una canzone lirica. Successivamente, Wahlberg ha raccontato al pubblico dell'interazione che ha avuto col musicista nel backstage: “Ha sussurrato al mio orecchio che gli è piaciuto il film Ted. Gli ho detto che non è un film appropriato per la sua età. Santo padre, mi perdoni”. E ovviamente, giù di risate dai presenti.

Non è certamente la prima volta che Papa Francesco interagisce con le star hollywoodiane, e basti pensare che l'anno scorso, incontrò addirittura Angelina Jolie per celebrare Unbroken, biopic sul cattolico devoto ed eroe di guerra Louis Zamperini. Solo il mese scorso, inoltre, è arrivata la news che Bergoglio abbia addirittura compilato una lista di celebrità da invitare al Vaticano, in modo da trovare nuove idee per promuovere la chiesa tra i media occidentali.

[Leggi anche: Al via le riprese di "Il Papa della gente", biopic su Bergoglio a firma di Daniele Luchetti]

Di certo, comunque, se Wahlberg iniziasse a chiedere scusa per tutti i film non adatti ai più piccoli che ha girato, non finirebbe probabilmente più, e ci basti pensare a Boogie Nights di P. T. Anderson (ambientato nel mondo del porno) o al pluripemiato The Departed di Martin Scorsese.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box