Ritratto di Luca Carbonaro
Autore Luca Carbonaro :: 10 Ottobre 2016

Ecco tutti i dettagli relativi alla nuova legge sul Cinema, presentata dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, nel corso di un suo intervento politico in quel di Firenze

Matteo Renzi

Nel corso di un suo intervento a Firenze in vista del referendum di dicembre, l'attuale presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha annunciato l'arrivo di una nuova legge sul Cinema. Il decreto prevede il raddoppio del fondo cinema che passa dagli attuali 200 milioni a 400 milioni di euro, erogati con un meccanismo del tutto nuovo.

Le commissioni ministeriali saranno sostituite da un sistema di incentivi automatici e lo scopo del decreto, a detta del presidente, è quello di eliminare il classico sistema in cui si favoriscono soltanto gli amici degli amici. Renzi ha poi affermato che non si tratta di un giocattolo per gli addetti ai lavori ma di un ulteriore incentivo per il mondo del cinema, grande patrimonio culturale per l'Italia, nonostante vi siano anche problemi ben più gravi da affrontare.

Il ministro dei beni culturali Dario Franceschini ha commentato dicendo che il miliardo di euro creato dal tax credit è stato usato in maniera ottimale ed è orgoglioso di sostenere questa nuova iniziativa. La senatrice Rosa Maria Di Giorgi, relatrice al Senato del DDL Cinema, ha infine affermato:

"Gli interventi saranno di circa 12 milioni l’anno (il 3% del fondo cinema) per una adeguata formazione degli insegnanti, che avranno il compito di educare i professionisti e il pubblico del futuro del futuro. Sarà previsto anche un piano straordinario per riaprire le sale cinematografiche con 120 milioni di euro a fondo perduto nei prossimi 5 anni, con particolare attenzione ai comuni con meno di 15.000 abitanti. Il DDL inoltre metterà a disposizione un tax credit del 40% per le produzioni estere che scelgono il nostro paese per girare film. Stiamo lavorando per garantire innovazione, efficienza e merito".

Categorie generali: 

Facebook Comments Box