Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 7 Aprile 2016

È stato presentato a Roma, ai rappresentanti del settore, il DDL che potrebbe portare nuovi finanziamenti all'audiovisivo

Cinema

Alla presenza del Ministro dei Beni e delle attività culturali Dario Franceschini, si è svolta il 5 aprile presso la sede del MIBACT, una conferenza riservata ai rappresentanti del settore, nella quale è stato presentato il DDL d’iniziativa del Governo di riforma del cinema e dell’audiovisivo. Alla conferenza erano presenti anche i Presidenti della VII Commissione del Senato e della Camera, il senatore Andrea Marcucci e la senatrice Flavia Piccoli Nardelli, oltre a Rosa Maria Di Giorgi. L’incontro è stato anche l’occasione per un primo giro di opinioni sul testo depositato due settimane fa in Senato.

In qualità di Presidente, in rappresentanza dell’Associazione Nazionale Autori cinematografici è intervenuto Francesco Ranieri Martinotti,  che pur apprezzando il fatto che per la prima volta dopo tanti anni si è previsto di assegnare al settore risorse maggiori e certe, ha sottolineato che l’equiparazione giuridica del cinema e dell’audiovisivo prevista nel DDL consentirà l’accesso al fondo di 400 milioni anche alle produzioni televisive, il che renderà insufficienti quelle risorse che se fossero destinate solo al cinema sarebbero invece determinanti per un’azione incisiva di rilancio della produzione italiana, delle sale cinematografiche (anche al circuito d’essai) e di riavvicinamento del pubblico alla visione sul grande schermo. Se s’intende invece affermare l’equiparazione cinema /audiovisivo, “che per l’ANAC può essere solo di natura giuridico e non estetica”, ha detto Martinotti “è necessario raddoppiare le risorse.” Martinotti ha anche posto la questione del perché nel prelievo esattoriale dell’11% dell’IRES/IVA previsto nel DDL siano state escluse le Over The Top.

[Leggi anche: Il governo italiano riforma il cinema con una nuova legge: qui i punti fondamentali]

Infine, il rappresentante degli autori ha consegnato ai presidenti Marcucci e Nardelli e alla senatrice Di Giorgi, un documento che era già stato fatto pervenire al Ministro Franceschini dal Premio Oscar Giuseppe Tornatore. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box