Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 10 Novembre 2016

Lutto nel mondo del cinema: a lasciarci, stavolta, è il grande direttore della fotografia francese Raoul Coutard, dop prediletto di Jean Luc-Godard e François Truffaut

Raoul Coutard

Lutto nel mondo del cinema: a lasciarci, stavolta, è il grande direttore della fotografia francese Raoul Coutard, dop prediletto di Jean Luc-Godard e François Truffaut, ma anche di Costa-Gavras e Nagisa Oshima. Insomma, della nouvelle vague e tutte le sue ramificazioni successive. 

Originariamente un fotoreporter, il nostro passò ben 11 anni a documentare la guerra in Indocina, prima di debuttare nel cinema con I figli di Genghis-khan di Jacques Dupont e Pierre Schoendoerffer. Era il 1958, e Coutard avrebbe poi ammesso di non aver mai toccato una cinepresa prima di allora, ma d'altronde, ormai lo sappiamo: la nouvelle vague è soprattutto questa, formazione e improvvisazione sul campo.

Poi, assieme a Godard, ha compiuto la rivoluzione con Fino all'ultimo respiro, e il cinema non sarebbe mai più stato lo stesso. A seguire, oltre 40 anni di carriera fino al suo ultimo lavoro nel 2001, Sauvage Innocence, uno dei film più belli di un altro orfano dei giovani turchi, ovvero Philippe Garrel.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box