Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Luglio 2015

Grande attesa per la nuova pellicola di M. Night Shyamalan, "The Visit", che racconterà la storia di due ragazzini in visita dai nonni, finendo per scoprire dei terribili e paurosi segreti. Ecco cos'ha rivelato il cineasta in proposito...

M. Night Shyamalan

L'8 ottobre uscirà finalmente in Italia The Visit, nuovo film di M. Night Shyamalan, che dopo L'ultimo dominatore dell'aria e After Earth sceglie la via del cinema indipendente collaborando con Jason Blum, maestro dell'horror a basso costo già responsabile di film come La notte del giudizio, Paranormal Activity e Insidious. Protagonisti della pellicola saranno due ragazzini in visita dai nonni; qui, scopriranno dei terribili segreti, e per tornare a casa sani e salvi dovranno vendere cara la pelle.

Ha dichiarato Shyamalan sulle pagine di Bloody Disgusting: “Amo i film spaventosi. Non ho mai veramente considerato i miei precedenti film come spaventosi... ma The Visit? Sì, questo sì. L'intenzione della pellicola è quella di dare brividi e spaventare. Voglio dire, ok, Il sesto senso e Signs avevano delle cose terrificanti, ma li considero più dei thriller che degli horror”. 

Prosegue: “Fare The Visit è stato divertentissimo, e questa cosa si nota quando poi lo vedi sul grande schermo. La mia parte preferita del film è la sua stramberia. È un film birichino. Gli spettatori inizieranno a reagire, a chiedersi 'Che cazzo? Cos'ho appena visto? Che cosa significa?'. (…) Riuscire a far ridere e urlare gli spettatori è tutto per me. Con The Visit sono veramente andato nei territori della commedia nera. È una pellicola che trabocca una stranezza alla David Lynch. Mi piace”.

Una delle cose per cui il regista è celebre, poi, è sicuramente la sua tendenza nel sorprendere il suo pubblico con dei finali inaspettati. Spiega l'autore: “Per riuscire a farlo, come film-maker devi essere d'accordo su una cosa. E questa cosa è che deve andarti bene che gli spettatori non sappiano dove si trovino, per un po'. Deve andarti bene che loro giungano a delle conclusioni senza considerarti. Più il pubblico rimane fedele alle proprie assunzioni, e più gli appartieni”. 

[Leggi anche: "Unbreakable" di M. Night Shyamalan potrebbe diventare una serie tv di 6 episodi]

Che siano in arrivo dei twist shockanti anche per The Visit? Non rimane che attendere il suo arrivo nelle sale per verificare. Di certo, però, prevediamo un autentico delirio. Conclude Shyamalan: “La prima volta che l'ho montato era diventato un film arthouse. Successivamente è diventata una commedia, ma poi mi sono detto 'Sapete cosa? Facciamolo diventare un thriller'... eppure, alla fine sono giunto alla conclusione che le spine predominanti erano invece le emozioni da brivido che viravano all'horror”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box