Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 26 Giugno 2015

Secondo le ultime notizie dai media anglofoni, la regista afroamericana Ava Duvernay, già responsabile di "Selma - La strada per la libertà", sarebbe attualmente in pole position per guidare la trasposizione di "Black Panther", nuovo cinecomic Marvel

Black Panther

Dopo il successo di Selma – La strada per la libertà, pellicola che raccontava le gesta del grande Martin Luther King, Ava DuVernay potrebbe ora virare su un progetto totalmente differente. Infatti, secondo il Guardian, la cineasta afroamericana sarebbe in pole position per dirigere Black Panther aka Pantera Nera, nuova trasposizione Marvel. Al centro delle vicende, un eroe mascherato il cui vero nome è T'Challa, che grazie ad una foglia che dona proprietà sovraumane, diventerà l'autentico difensore dell'Africa, terra bramata dai potenti di tutto il mondo per le sue risorse. Ovviamente, il personaggio non mancherà d'interagire con le altre celebrità della Marvel, in quanto, stando ai fumetti, Pantera Nera stringerà poi una grande amicizia con Iron Man e Capitan America, diventando addirittura un membro degli Avengers. 

A interpretare Black Panther dovrebbe essere Chadwick Boseman, ancora abbastanza sconosciuto dalle nostre parti, ma che negli States ha già raccolto parecchi consensi per la sua recente interpretazione in Get on Up – La storia di James Brown. Ed essendo il fumetto originale il primo prodotto Marvel con un protagonista afro, non si poteva che chiamare al timone un regista delle medesimi origini, che in aggiunta avrà anche il record di essere la prima donna a dirigere un cinecomic della rinomata casa di produzione. Un chiaro segno, questo, di come la Marvel intenda diversificare i vari talenti della sua scuderia, che al momento vanta già nomi come quelli di Kenneth Branagh (Thor), Joss Whedon (The Avengers) e Jon Favreau (Iron Man). 

[Leggi anche: Thor diventa donna? Marvel diffonde la copertina di "Thor #1"]

Proprio durante lo scorso Festival di SXSW, la regista si è lamentata dello scarso numero di film hollywoodiani con dei protagonisti di colore. Evidentemente, la Marvel ha deciso finalmente di accontentarla. A scrivere la sceneggiatura di Black Panther è Mark Bailey, proveniente dal mondo del documentario, dove ha curato opere come Last Days in Vietnam, Ethel ed Epidemic Africa. Una scelta, questa, che ci suggerisce un adattamento probabilmente molto legato agli attuali problemi politici e sociali del continente nero. Per saperlo con certezza, però, dovremmo comunque attendere ancora un po', in quanto la pellicola non arriverà prima del 2018. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box