Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 13 Gennaio 2016

Il regista è impegnato a terminare il suo "A monster calls", per questo non potrà dirigere il sequel prodotto dalla Paramount e da Plan B

world war z 2

Di World War Z 2 si è cominciato a parlarne qualche mese fa quando era stata riconfermata la presenza di Brad Pitt  come attore e come produttore e quand’era stato fatto il nome del regista che avrebbe dovuto dirigere il sequel del film di Marc Forster. Non si capisce bene se si tratti di una decisione  unilaterale o del frutto di un accordo, ma la notizia di oggi è che Juan Antonio García Bayona, il regista che era stato designato, ha abbandonato la nave.

A dare l’annuncio è stato il sito Deadline e le case di produzione Paramount e Plan B hanno subito confermato la notizia dichiarando che si tratta di una questione di tempistiche. Gli studios hanno infatti intenzione di partire con la lavorazione del film nell’estate del 2016 per poter arrivare nei cinema il 9 giugno 2017 rispettando le scadenze già definite.

Il regista spagnolo però al momento è ancora impegnato con il suo ultimo film, A monster calls tratto dal libro per bambini Sette minuti dopo la mezzanotte in cui recitano, tra gli altri, Felicity Jones, Liam Neeson e Sigourney Weaver.

 “Bayona non è più in grado di girare World War Z 2 quest’anno, come invece abbiamo intenzione di fare. È un grande regista e speriamo di lavorare con lui presto” hanno dichiarato dalla Paramount.

Il regista europeo è riuscito ad arrivare negli Stati Uniti grazie al successo del suo The orphanage, horror presentato al Festival di Cannes nel 2007.

La sceneggiatura del secondo capitolo invece è stata riscritta dal drammaturgo Dennis Kelly, ma sulla trama ancora non ci sono dettagli.

[Leggi anche: Lo sceneggiatore Steven Knight parla del sequel di "World War Z"]

Deadline, il sito di informazione cinematografica, ipotizza che Bayona, dopo la postproduzione del suo ultimo film potrebbe quindi diventare uno dei primi candidati per il sequel di Jurassic World, ma come si intuisce da questa faccenda niente è da dare per certo.                

C’è in ogni caso un posto vacante a Hollywood, i registi appassionati di grandi budget e di apocalissi zombie dovrebbero pensarci.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box