Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 4 Aprile 2015

Arriverà anche nelle sale italiane "Kurt Cobain: Montage of Heck", documentario definitivo su Kurt Cobain, vocalist e leader dei Nirvana. Appuntamento nei cinema il 28 e 29 Aprile, che per l'occasione si riempiranno di distorsioni grunge

Kurt Cobain

Gioiscano i nostalgici fan dei Nirvana, con tutta probabilità la rockband più importante degli anni '90, merito di album entrati nella storia come Bleach, In Utero e soprattutto Nevermind, il quale contiene la hit nichilistica cantata a squarciagola da tutti gli alternativi del decennio, Smells Like Teen Spirit. Arriverà infatti anche in Italia (il 28 e 29 Aprile) l'attesissimo documentario Montage of Heck, diretto da Brett Morgen con il sostegno di Universal e HBO. Un caso raro e speciale, in quanto trattasi dell'unico docu approvato ufficialmente dalla vedova del leggendario musicista, ovvero Courtney Love. Il film racconterà dunque tutta la vita di Cobain, dai suoi primi passi ad Aberdeen, in Washington, fino alla gloria (e la morte) dei Nirvana. 

Presentata in anteprima ai Festival di Sundance e di Berlino, l'opera ha già raccolto parecchi consensi da parte della critica. Per JoBlo trattasi di un documentario pieno e affascinante, il quale ha ridato voce a Cobain per mostrarci, in sostanza, come tutti i soldi del mondo possano essere inutili davanti al disagio esistenziale di un artista tormentato e depresso. Variety l'ha invece definito il trattamento cinematografico definitivo sul cantante, la cui vita è qui raccontata sia tramite materiali di repertorio che immagini nuove ed inedite. 

Ora, per aumentare ulteriormente le attese, la produzione ha lanciato una speciale clip tratta dalla pellicola. Qui, scopriamo i nomi che la band avrebbe scelto se non si fossero chiamati Nirvana, da The Reaganites a The Mandibles, passando per Fecal Matter a Erectum. Il tutto, utilizzando proprio i diari di Cobain, le cui pagine si sono magicamente animate.

[Leggi anche: Trailer: Vita e arte di Nick Cave in 20,000 Days on Earth]

Dopo la presentazione alla Berlinale, Montage of Heck ha poi fatto il giro di altri eventi in giro per il globo, da Miami a Dublino, passando per il Wisconsin e l'ultimo Festival di Bari. Su HBO, invece, verrà mandato in onda a partire da Maggio, ma non prima di aver attraversato diverse sale internazionali, tra cui quelle italiane. Tirate dunque fuori i vostri vestiti grunge e radunatevi nei cinema: Kurt Cobain è ancora fra noi, fantasmatico e sfuggente come sempre, come l'ultimo dei grandi poeti maledetti le cui distorsioni continuano a risuonarci fra le vene ancora oggi. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box