Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Maggio 2015

Luc Besson ritorna nella fantascienza adattando per il grande schermo la graphic novel "Valerian". Nel cast, due lanciatissimi interpreti come Dane DeHaan e Cara Delevingne, uniti fra viaggi spazio-temporali e avventure interstellari

Valerian

D'accordo, Cose nostre – Malavita era di un brutto indescrivibile, ma poi Luc Besson si è ripreso subito dopo regalandoci uno dei migliori sci-fi della stagione, quel Lucy con una scintillante e spassosissima Scarlett Johansson arrivato nelle nostre sale lo scorso settembre. Insomma, tra alti e bassi, continuiamo a volergli bene a Besson, imperatore del cinema francese, ormai lontano dagli anni del Cinéma du look ma ancora capace, di tanto in tanto, d'illuminarci gli occhi di autentico stupore e meraviglia. Promette bene anche il suo prossimo progetto, Valerian, adattamento di una graphic novel realizzata da Pierre Christin and Jean-Claude Mézières.

Ad annunciare la news è Besson stesso su Twitter, confermando inoltre due lanciatissimi protagonisti come Dane DeHaan (The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro, Chronicle, Giovani ribelli – Kill Your Darlings) e Cara Delevingne (prossimamente in Paper Towns e nell'atteso cinecomic Suicide Squad). Al centro delle vicende di Valerian, l'universo del 28° secolo, con la Terra costantemente minacciata da alieni cattivi. Insomma, ai fan verrà sicuramente in mente Il quinto elemento, ottimo film di fantascienza realizzato da Besson nel 1997. 

Che il cineasta intenda forse cavalcare il trend dei nuovi Star Wars tra battaglie intergalattiche ed effetti speciali esplosivi? Probabilmente sì, e l'operazione non è certamente priva di rischi, basti pensare che la recente escursione nel genere dei fratelli Wachowski, Jupiter – Il destino dell'universo, è stata un flop sia dal punto di vista delle recensioni che del botteghino.

[Leggi anche: Cinéma du look, ovvero i film più stilosi e cool della storia del cinema]

Prima di Valerian, che dovrebbe uscire nelle sale a metà del 2017, vedremo comunque altre opere con lo zampino di Luc Besson, seppur solamente in veste di produttore e non di regista. Tra queste, oltre ai nuovi sequel di Transporter, anche la commedia Nine Lives di Barry Sonnenfeld, con Kevin Spacey, Jennifer Garner e Christopher Walken, e il thriller The Lake di Steven Quale, che avrà per protagonista J. K. Simmons, fresco di Oscar per la sua intepretazione in Whiplash di Damien Chazelle.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box