Abbonamento Annuale Completo al canale di informazione libera

Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 19 Luglio 2016

Grazie all'accordo fra CNA industria Cinema E Audiovisivo, Ficc (Federazione Italiana Circoli del Cinema) e Anac (Associazione Nazionale Autori Cinematografici) la biblioteca sarà un luogo in cui sperimentare nuove forme di distribuzione

una biblioteca

La biblioteca è ancora oggi uno dei più importanti poli culturali del nostro Paese. Nonostante i pochi fondi, le strutture non sempre funzionali, non si può ignorare il fatto che sia un punto di riferimento importantissimo per la vita intellettuale di una comunità. Non è più solamente un luogo di lettura perché negli anni sono nate iniziative di ogni tipo, le persone si recano in biblioteca anche per frequentare un corso di musica, di storia dell’arte o per vedere un film.

È per questo che il 7 luglio si sono riunite tre associazioni molto importanti per tentare di sistematizzare e rinnovare la presenta della settima arte nelle biblioteche.

A riunirsi presso la sede dell’Anac sono state CNA industria Cinema E Audiovisivo, Ficc (Federazione Italiana Circoli del Cinema) e Anac (Associazione Nazionale Autori  Cinematografici) per lavorare al progetto che prende proprio il nome di Cinema in biblioteca.

L’intenzione è quella di influire positivamente in fase di distribuzione, per aiutare soprattutto i film indipendenti italiani a trovare percorsi alternativi.

L’importante sperimentazione del progetto pilota Cinema nelle Biblioteche, sostenuto dalla Regione Lazio e in corso di realizzazione, sta dimostrando che è possibile costruire una progettualità per promuovere il cinema del nostro Paese, anche coinvolgendo gli studenti delle scuole.

Si è dunque pronti per estendere il progetto a livello nazionale, dando vita a biblioteche new concept e provvedendo ad una mappatura delle biblioteche italiane secondo nuovi criteri di efficienza. Si andrà così a formare un nuovo circuito di diffusione recuperando la centralità  di quei luoghi che sono di vitale importanza per la crescita e il benessere di una comunità.

[Leggi anche: Nuova proposta di legge, tax credit potenziato: se politica e finanza si occupano di cinema]

L’idea di biblioteca rappresenterà un modello di rivitalizzazione e ri-generazione inclusivo per la comunità colmando un vuoto socio culturale fortemente sentito,  proponendosi inoltre come presidio culturale in grado di offrire alle scuole tutti gli strumenti necessari per l’arricchimento culturale. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista