Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 9 Giugno 2016

Tra i progetti originali targati Netflix, figura anche il film "Soul Soul Soul: The Murray Murray Story", mockumentary che potrebbe vedere Brett Ratner come regista ed Eddie Murphy come interprete principale

Eddie Murphy

Ormai non passa giorno in cui non ci sia l'annuncio di un nuovo contenuto originale Netflix. Così, a inserirsi in agenda, oggi, è un nuovo film intitolato Soul Soul Soul: The Murray Murray Story, che potrebbe essere diretto niente di meno che dal Brett Ratner di Rush Hour – Due mine vaganti e The Family Man. Il regista è attualmente in trattative con il colosso, così come lo è Eddie Murphy, attore corteggiato da Netflix per il ruolo di protagonista.

Ma di cosa parla il film? Ebbene, trattasi di un mockumentary su un'icona della musica soul anni '60, Murray Murray, che tenterà di riformare la sua vecchia band per tuffarsi in un genere totalmente differente... l'hip hop! Insomma, sembra abbastanza divertente no? A scrivere la sceneggiatura, il Chris Case di Legit e Sin Sity Saints, mentre tra i produttori, troviamo addirittura il pluripremiato Brian Grazer, la cui gloriosa carriera comprende pellicole quali A Beautiful Mind di Ron Howard, J. Edgar di Clint Eastwood e American Gangster di Ridley Scott.

Ratner e Murphy stanno ancora valutando il progetto, ma in caso accettassero di partecipare entrambi, Soul Soul Soul segnerebbe la loro reunion a distanza di 5 anni da Tower Heist – Colpo ad alto livello, film che vedeva nel cast anche Ben Stiller, Casey Affleck e Alan Alda.

[Leggi anche: Netflix si accende in 130 territori nuovi: un record senza precedenti!]

In attesa di sapere come andrà la negoziazione, ricordiamo che Murphy ha appena finito di girare il dramma Mr. Church, in cui interpreta un cuoco al servizio di una famiglia con cui legherà fortemente a livello emotivo. Diretto da Bruce Beresford, l'opera è stata presentata un paio di mesi fa al Tribeca, ma sta ancora attendendo una distribuzione all'orizzonte. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box