Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 9 Gennaio 2016

Netflix ha attivato la propria piattaforma di streaming online in 130 territori nuovi, raggiungendo la quota complessiva di 190. Tra le new entry, possiamo citare l'India, la Nigeria, la Polonia, la Russia e gli Emirati Arabi

Netflix

Dopo esser entrato nelle case di un terzo degli americani ed essersi stabilito nei maggiori paesi del mondo (dalla Gran Bretagna al Giappone, passando per la Francia e l'Australia, l'Italia e il Brasile), Netflix compie adesso un salto ancora più grande, accendendosi, in contemporanea, non in 1 o 10 o 50 paesi nuovi, bensì addirittura 130! Sì, avete letto bene, 130 nuove località possono ora usufruire del servizio streaming più celebre del pianeta, coinvolgendo posti come l'India, la Nigeria, la Polonia, la Russia, gli Emirati Arabi, la Corea del Sud, le Filippine, l'Indonesia e Singapore. 

L'annuncio, arrivato di sorpresa come un fulmine a ciel sereno, è stato fatto direttamente da Reed Hastings, presidente della compagnia: “Oggi assisterete alla nascita di un nuovo network globale di tv via internet. Con questo lancio, i consumatori di tutto il mondo, da Singapore a San Pietroburgo, da San Francisco a San Paulo, potranno godersi le nostre serie tv e i nostri film simultaneamente. Non bisognerà più aspettare. Con l'aiuto di internet, metteremo il potere nelle mani degli utenti, permettendogli di vedere i loro programmi quando vorranno, dove vorranno, e su qualsiasi device. A partire da oggi, ascolteremo e impareremo, aggiungeremo gradualmente delle nuove lingue, più contenuti e più modi per legare le persone a Netflix. Non vediamo l'ora di portare delle grandi storie da tutto il mondo a tutto il mondo”.

Con queste 130 nuove aggiunte, il servizio raggiunge dunque le 190 località internazionali. Praticamente un record senza precedenti che ha polverizzato e messo di malumore tutti i possibili concorrenti, da Hulu ad Amazon Prime. L'unica nota dolente? Netflix non riesce ancora a metter piede in uno dei più grandi mercati internazionali, e stiamo ovviamente parlando della Cina, che rimane controllata dalle compagnie di streaming locali come Alibaba, Tencent, Baidu e iQiyi. 

[Leggi anche: Netflix favorisce il cinema indipendente acquisendo nuovi titoli]

Oltre ai loro rinomati show già presenti online (da House of Cards a Orange is the New Black), ricordiamo che per il 2016 Netflix ha promesso decine e decine di nuove serie originali, film, documentari e prodotti per bambini. Insomma, il colosso parrebbe veramente inarrestabile e sempre più massiccio!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box