Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 21 Giugno 2015

Diversi i progetti su cui lavorerà Didier Brunner, rinomato produttore del cinema d'animazione. Tra questi, "The Summit of Gods", adattamento di un manga firmato da Jiro Taniguchi, e una serie tv su "Ernest & Célestine"

Ernest & Célestine

Un momento particolarmente prolifico per Didier Brunner, una delle personalità più importanti del cinema d'animazione, già produttore di film come Appuntamento a Belleville (Sylvain Chomet), Principi e principesse (Michel Ocelot) ed Ernest & Célestine (Aubier / Patar / Renner). Come riporta Variety, infatti, diverse sono le cose che bollono in pentola per il rinomato producer, il quale ha recentemente fondato la casa di produzione Folivari. Tra I titoli su cui sta attualmente lavorando, ecco ad esempio The Summit of the Gods, trasposizione di un manga illustrato e scritto da Jiro Taniguchi, leggenda vivente del settore. 

Al centro della narrazione, due scalatori giapponesi che tenteranno la missione impossibile di scalare l'Everest d'inverno e senza ossigeno. Spiega Brunner: “Questa è una storia grande ed epica, con uno scenario altamente spettacolare, molto attraente a livello visivo data l'ambientazione nella natura selvaggia”. A dirigere sarà Jean-Christophe Roger, reduce dalla serie animata The New Adventures of Lassie. Attualmente in fase di scrittura, il film verrà poi realizzato in CGI

Saranno contenti pure i fan di Ernest & Célestine, di cui la Folivari sta curando uno spin-off televisivo, mentre uno dei registi del film originale, Benjamin Renner, si appresta a girare The Big Bad Fox and other Tales. E non finisce qui, dato che la maison ha anche in cantiere una trasposizione in cartone animato del romanzo The Nazis, My Father and Me (scritto da Robert H. Lieberman), il cui adattamento sarà coordinato da Remy Schaepman, descritto da Brunner come “un giovane e brillante artista da La Poudriere, la grande scuola d'arte della Valenza”.

[Leggi anche: Wes Anderson alle prese con un film d'animazione stop-motion ispirato a De Sica?]

Obiettivo della Folivari, per usare le parole del suo fondatore, è quello di creare, attraverso le proprie opere, “un universo il più originale possibile e delle storie originali derivate dalle visioni personali di un autore”. Insomma, portare agli spettatori dei prodotti d'animazione che siano "i più artisticamente creativi possibili, ma nel contempo anche attraenti per un vasto pubblico”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box