Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 28 Gennaio 2016

Marjane Satrapi sta attualmente preparando il suo prossimo film, "The Extraordinary Journey of the Fakir Who Got Trapped in an Ikea Wardrobe". Nel cast, oltre al divo bollywoodiano Dhanush, troveremo anche Uma Thurman e Alexandra Daddario

Uma Thurman

Dopo il successo di pellicole come Persepolis e Pollo alle prugne, prosegue scintillante la carriera dell'autrice iraniana Marjane Satrapi, che si prepara adesso al suo progetto più grande in termini economici, l'adattamento del romanzo The Extraordinary Journey of the Fakir Who Got Trapped in an Ikea Wardrobe, pubblicato da Romain Puértolas. Al centro della narrazione, l'epico viaggio di un uomo da Nuova Delhi fino a Parigi, dove s'innamorerà di una donna prima di finire deportato assieme a un gruppo di profughi africani.

Nel cast, il divo bollywoodiano Dhanush, accompagnato per l'occasione da alcuni dei volti più famosi del panorama: se Uma Thurman non ha certamente bisogno di presentazioni, sappiate che saranno dell'avventura anche l'affascinante Alexandra Daddario (True Detective, Percy Jackson), Barkhad Abdi (Captain Phillips), Laurent Lafitte (Piccole bugie tra amici, Non dirlo a nessuno), Gemma Arterton (Quantum of Solance, Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe) e Abel Jafri (Timbuktu, La passione di Cristo). Insomma, una squadra internazionale che promette scintille!

Dichiara la Satrapi sul progetto: “È una storia d'amore, magia e avventura che si ambienta in tre continenti. Sono attratta da storie fantastiche e amo creare mondi che non esistono, immaginando le cose in maniera più grande e bella”. Secondo il co-sceneggiatore Luc Bossi, invece, la pellicola richiamerà altri rinomati film come Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, Midnight in Paris di Woody Allen e La vita è bella di Roberto Benigni. Mica male come modelli, non trovate anche voi?

[Leggi anche: Quentin Tarantino farà "Kill Bill 3"? Uma Thurman dice la sua]

Le riprese dell'opera partiranno ufficialmente in giugno, e attraverseranno le location più variegate, da Parigi a Roma, passando per Casablanca e Jodhpur. A curare luci e colori, il direttore della fotografia Maxime Alexandre (La città verrà distrutta all'alba, Alta tensione).

Categorie generali: 

Facebook Comments Box