Ritratto di Rita Andreetti
Autore Rita Andreetti :: 12 Settembre 2015

Canon conferma di avere in lavorazione entrambe la cinecamera da 8K e la DSLR 120 Megapixel, così come un monitor che ne supporti la visione

Canon Cinema EOS 8K

La Canon, dopo gli annunci precedenti, ha confermato che entrambe la nuova 8K e la DSLR da 120 Megapixels sono in fase di lavorazione. E che con esse, giustamente un monitor di supporto che permetta la visualizzazione a piena qualità dell’8K.

Sono state svelate alcune immagini del prototipo della macchina, che monta un obiettivo che un anno fa era già stato presentato come prototipo in Giappone. È possibile che per supportare l’alta definizione Canon studi una linea di lenti adeguate, proprio com’è per Zeiss.

Questo mostra l’impegno che Canon sta mettendo nello sviluppo continuo di prodotti di resa sempre più competitiva; ma dal momento che il sensore 8K è in lavorazione già da tempo, non è da escludere che anche Sony provvederà presto ad un annuncio al riguardo.

Secondo le indiscrezioni, il sistema Cinema EOS 8K mira a facilitare l’uso dell’alta definizione, rendendola meno complessa sia in fase di input che in fase di output: a questo, appunto, si associa lo sviluppo del monitor di controllo 8K. Ma soprattutto, il nuovo sistema EOS permetterà di procedere sia con l’8K nativo, che in un down-conversion a 4K o in un cropping a 4K.

Il sistema sarà equipaggiato da un sensore CMOS equivalente a un Super 35 mm, con una risoluzione di 8.192 x 4.320 pixel (circa 35.39 milioni di pixel effettivi); il frame rate offre un utilizzo fino a 60 frame al secondo e una gamma colori estesa su di un intervallo dinamico di 13 stop. Inoltre il corpo macchina di ultimo sviluppo di Canon, monta attacchi EF e afferma di avere una maneggiabilità tale da poter adattare la macchina a diversi usi.

Per quanto riguarda invece il sistema a 120 Mega pixel, questo userà probabilmente un impianto preventivamente annunciato nel 2010. La fotocamera SLR camera incorporerà un sensore CMOS ad alta densità, pur compatibile con la serie EOS e di conseguenza con le lenti EF. Chiaramente una risoluzione così ricca, supporterà immagini a grandezza poster pronte per la stampa, e faciliterà ogni attività di correzione senza intaccare la qualità.

Le novità di cui sopra, saranno, c’è da dire giustamente, completate dall’arrivo del monitor a 8K, attualmente in fase di studio. Il monitor vanterà una densità di 300 pixel per pollice, ai limiti della percezione visiva umana!

Ad ogni modo, filmmaker impazienti, non è ancora ora di stringere tra le mani questi prodotti super tecnologici. Canon presumibilmente ha bisogno di un altro paio di anni, sono aperte le scommesse al riguardo.

[Ti potrebbe interessare: Arriva in autunno la bramatissima Canon EOS C300 Mark II]

Malgrado i numeri da capogiro, la cosa più importante di questa cine-camera 8K è piuttosto il fatto che permetterà di avere immagini 4K ancora più dettagliate, per via del sensore singolo che contiene un colore per pixel e quindi richiede l’interpolazione. Questa è una delle ragioni che ha portato Sony a sviluppare F35 con un sensore 5K per una qualità finale di 1080p, così come una F65 con un sensore 8K x 2K e un output finale di 4K. Sebbene l’uso del RAW adesso apra a maggiori opportunità, la futura aggiunta di risoluzione non sarà solo una questione numerica, quanto piuttosto una sicura possibilità di sgonfiare o tagliare ad un file 4K per proiezioni o usi televisivi.

Canon Cinema EOS 8K
DSLR 120 Megapixel Monitor 8K

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box