Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 13 Settembre 2014

Il critico americano Michael Adams ha elencato la sua classifica dei 25 film più brutti della storia del cinema. Così brutti da diventare affascinanti e imperdibili. Tra i titoli più famosi, "Batman & Robin" di Schumacher e "Showgirls" di Verhoeven

Arnold Schwarzenegger in Batman & Robin

Michael Adams, critico del sito americano Rotten Tomatoes, ha compiuto un'operazione squisitamente masochistica: nell'ultimo anno, si è sparato una miriade di pellicole in cerca dei film più brutti e orrendi della storia del cinema, avvalendosi della collaborazione di rinomati autori come John Landis, Joe Dante, Eli Roth e John Waters. Il risultato, su 400 visioni, è la classifica delle 25 opere più aberranti della settima arte, di cui molti titoli sono assoluti b-movie pressoché sconosciuti al grande pubblico.

Eppure, un film noto è sicuramente Batman & Robin di Joel Schumacher, il quale vanta una media di 3,6 su IMDb. Adams lo definisce “un modo per vedere come 125 milioni di dollari vengano buttati giù dal cesso”, distruggendone principalmente la sceneggiatura. A dare un ulteriore fascino di bruttezza alla pellicola è la presenza di nomi solitamente talentuosi: oltre a Schumacher, ecco George Clooney, Arnold Schwarzenegger ed Akiva Goldsman.

In lista anche Battaglia per la Terra di Roger Christian: una valutazione di 2,4 dalla community più vasta della rete e un improponibile John Travolta con rastoni reggae. Per Adams è imbarazzante, anche perchè non si capisce come mai il regista giri tutto usando sempre inquadrature oblique. Ovviamente, non poteva mancare in classifica anche il floppone di Paul Verhoeven, Showgirls, un'opera che si riduce ben presto a discussioni su chi ha le tette più grosse e chi è più zoccola. Ciliegina sulla torta, la scena di sesso tra Elizabeth Berkeley e Kyle MacLachlan, indimenticabile momento scult.

Il resto della top 25 è composto da titoli più rari: Glen Or Glenda e Plan 9 From Outer Space (Ed Wood), Robot Monster (Phil Tucker), Howling II: L'ululato (Philippe Mora), The Black Gestapo (Lee Frost), L'isola del Dottor Frankenstein (Jerry Warren), Il duro del Road House (Rowdy Herrington), Maniac (Dwain Esper), The Giant Claw (Fred F. Sears), The Terror of Tiny Town (Sam Newfield), Satan's Sadist (Al Adamson), Death Bed: The Bed That Eats (George Barry), Ben & Arthur (Sam Mraovich), Shark Attack 3: Megalodon (David Worth), The Roller Blade Seven (Donald G. Jackson), Ishtar (Elaine May), Troll 2 (Claudio Fragasso), Manos: The Hands of Fate (Harold P. Warren), For Y'ur Height Only (Eddie Nicart), Mommie Dearest (Frank Perry), Tramonto di un idolo (Russell Rouse), e L'invasione dei ragni giganti (Bill Rebane). Dunque, se anche voi provate una forte attrazione per la bruttezza, segnatevi questi film e immergetevi nel trash: buona visione!

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box