Ritratto di Luca Carbonaro
Autore Luca Carbonaro :: 30 Settembre 2016

Rob Ager ha analizzato, in maniera ottimale, lo stile cinematografico di Wes Craven, che lo ha portato a realizzare pellicole cult del genere horror, prima su tutte "Nightmare on Elm Street". Scoprite con noi tutti i dettagli

Wes Craven

Le pellicole di Wes Craven sono ormai divenute un cult del genere horror grazie alle scene memorabili contenenti sangue, budella, facce terribili e suoni inquietanti. Ma come fa esattamente il regista a creare questo processo di tensione all'interno delle sue opere ? Un video di Rob Ager spiega al meglio questa tematica, prendendo in esame il celebre film Nightmare on Elm Street in cui il protagonista Freddy Krueger brutalizza le sue povere vittime nei sogni.

Secondo l'analisi di Ager, Craven utilizza un linguaggio cinematografico ben preciso per comunicare la sensazione di terrore e dolore fisico allo spettatore. I vestiti strappati di Freddy ed il rosso sangue rappresentano una metafora della carne umana. Una tecnica particolare, già adottata da Hitchock in passato, riguarda un sapiente utilizzo dei rumori di fondo per enfatizzare la scena.

In Psycho, ad esempio, non ci viene mai mostrato il coltello che pugnala a morte la povera Marion e lo spettatore ascolta soltanto la lugubre musica composta da Bernard Herrmann. Ogni suono prodotto dal violino rappresenta un urlo della protagonista e si procede fino ad un climax che porta al bagno di sangue di Marion.

L'autore della biografia di Herrmann, Steven Smith, ha affermato che la sua musica aveva degli effetti percussivi: "La musica è fredda, mette i brividi. Usava con maestrie le stringhe del violino dal momento che, all'epoca, non avevamo i mezzi attuali che i registi utilizzano per far spaventare la gente. Creava degli effetti percussivi grazie alle stringhe".

 [Leggi anche: Video, perchè i film horror di oggi non fanno più paura]

Consigliamo, dunque, ai fan dell'industria o a coloro che vogliono cimentarsi in questa avventura, di guardare con attenzione il suddetto video per capire come Wes Craven sia stato, e possa ancora essere considerato, il maestro del genere horror.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box