Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 26 Settembre 2014

Farà tappa al Festival di New York la versione restaurata in digitale 4K di "Hiroshima Mon Amour", capolavoro che lanciò la carriera del grande Alain Resnais nel lontano '59. Per l'occasione, è stato rilasciato un nuovo trailer della pellicola

Hiroshima Mon Amour di Alain Resnais

Intramontabili capolavori della settima arte che risorgono in versione restaurata digitale 4K. Vi abbiamo già parlato de I 400 colpi di Truffaut, ma ancor prima è toccata a un'altra pietra miliare del cinema francese: Hiroshima Mon Amour di Alain Resnais. Proprio lei, importantissima pellicola per chiunque si sia sentito un tutt'uno con lo schermo e le immagini che proietta, a iniziare proprio dai giovani turchi, grandi ammiratori dell'”autore della rive gauche” prima ancora che essi stessi divennero poi celebrati registi. Dopo la sua tappa al Cinema Ritrovato di Bologna l'anno scorso e l'arrivo nelle nostre sale in Aprile, il restauro verrà mostrato anche in occasione del New York Film Festival.

Se siete contrari a restauri digitali di pellicole sacre, sappiate che è stato lo stesso Resnais a sostenere l'operazione quando era ancora in vita, per assicurarsi che il trasferimento nel nuovo formato rispettasse in pieno la versione originale. Ad aver curato la difficile operazione, la Argos Films, la Technicolor Foundation, la Groupama Gan Foundation e ovviamente, l'immancabile Cineteca di Bologna. Ha dichiarato il supervisore Davide Pozzi: “Avevamo il negativo originale e un interpositivo. Siamo riusciti a scannerizzare la pellicola, ma c'erano due bobine danneggiate da muffa e per quelle abbiamo usato il sistema Wet Gate. Miracolosamente, questo sistema ci ha permesso di aggiustare tutto, e non abbiamo dovuto aggiungere delle ore extra di pulizia nella nostra agenda”. Parte difficile è stata invece la color correction, che è stata realizzata con l'aiuto del direttore della fotografia Renato Berta, il quale ebbe modo di collaborare con Resnais per Smoking / No Smoking e Parole, parole, parole.

Beati quelli che vedranno la pellicola per la prima volta in vita loro, ma siamo sicuri che anche i dreamers che conoscono Hiroshima a memoria sentiranno addosso il brivido dell'emozione, anche perchè non capita certamente tutti i giorni di godersi opere di questo calibro nella meraviglia del grande schermo. Per l'occasione, è stato rilasciato anche un trailer nuovo di zecca del restauro: fatevi avvolgere dai fantasmi di un ipnotico bianco e nero che disegna con toccante commozione il viso di Emmanuelle Riva.

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box