Ritratto di Rosa Maiuccaro
Autore Rosa Maiuccaro :: 16 Agosto 2014

Il teen idol Zac Efron si è trasformato da qualche tempo in un vero sex symbol, protagonista dei successi commerciali estivi "Quel momento imbarazzante" e "Cattivi Vicini" al fianco della magnetica Imogen Poots e dell’esplosivo Seth Rogen

Zac Efron re delle commedie estive

In questo periodo, si sa, raramente è possibile reperire al cinema qualche titolo meritevole. La commedia rosa Quel momento imbarazzante [That awkward moment] e quella demenziale Cattivi Vicini [Neighbors], non fanno eccezione. Il comun denominatore? La presenza di Zac Efron. Dopo essere diventato l’idolo delle teenager di mezzo mondo per il ruolo di Troy Bolton in High School Musical, l’attore californiano aveva dato prova di una discreta crescita in The Paperboy di Lee Daniels (titolo inedito in Italia a causa delle scene bollenti), in Parkland, opera prima di Peter Landsman, e nell’affascinante At any price di Ramin Bahrani. A quanto pare, Efron ha deciso di dare una vera svolta alla sua carriera con delle commedie giovanilistiche che gli danno la possibilità di sfoggiare i suoi pettorali nuovi di zecca e un humour di cui non sapevamo fosse in possesso. Scherzi a parte, il nuovo sex symbol del cinema statunitense ha davvero sorpreso per il suo ruolo da bad boy nella commedia Cattivi Vicini, dove Teddy, il personaggio che interpreta, arriva con la sua confraternita a sconvolgere in un tranquillo quartiere la quiete familiare di Seth Rogen e famiglia. In realtà, il film, diretto da Nicholas Stoller, si regge in precario equilibrio tra gag spassose e cadute di stile alla disperata ricerca di quell’originalità che aveva caratterizzato l'esordio alla regia di Stoler, Non mi scaricare [Forgetting Sarah Marshall].

In Quel momento imbarazzante ritroviamo invece Efron alle prese con problemi di cuore come lo era stato nella trasposizione cinematografica dell’ennesimo romanzo sentimentale di Nicholas Sparks, The Lucky One. L’esordio alla regia di Tom Gormicon ha il solo pregio di contare nel cast un astro nascente della cinematografia inglese, che cerca di sfondare ad Hollywood, come Imogen Poots che ritroviamo in questo scempio dopo averla ammirata nel biopic dedicato a Jimi Hendrix (Jimi: All is by my side, da settembre nelle sale). La banalità è l'elemento più fastidioso di un film che tratta il cosiddetto "amore liquido" di cui scrive il sociologo Zygmunt Bauman, ovvero quella paura di amare che affligge le nuove generazioni e che si risolve nella scelta di rifugiarsi nel sesso facile. Ovviamente il film non riesce minimamente ad avvicinarsi alla profondità delle riflessioni del sociologo polacco, risolvendo la storia in maniera semplicistica e strappalacrime. Ciò che sorprende maggiormente è che entrambi i film, Quel momento imbarazzante e Cattivi vicini, hanno riscosso un notevole successo in America e oltreoceano. Uscito in primavera, Quel momento imbarazzante ha incassato complessivamente circa 40 milioni di dollari nel mondo mentre Cattivi Vicini ha fatto ancora meglio registrando uno dei migliori incassi di sempre per una commedia al primo weekend di uscita negli USA. Non gli è andata peggio in terra inglese dove il film ha rastrellato ben 8 milioni e mezzo di sterline nel primo fine settimana. In un colpo solo ha cioè raccolto più dei cult Strafumati, Molto incinta e Una notte da leoni. Resta da vedere cosa avverrà in Italia nelle prossime settimane quando i film usciranno, rispettivamente il 21 e il 28 agosto, considerando che sono già disponibili in streaming (in lingua originale, ma sottotitolati) da diversi giorni.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box