Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 4 Agosto 2014

Silvio Muccino è attualmente in cerca di artisti di strada e intrattenitori (ballerini, giocolieri, maghi, cantanti, contorsionisti, etc..) per il suo nuovo film da regista, "Le leggi del desiderio". Le riprese sono previste questo fine mese

Silvio Muccino cerca artisti per Le leggi del desiderio

Siete degli artisti di strada? Ballerini, giocolieri, maghi, cantanti, contorsionisti, intrattenitori? Ebbene, Silvio Muccino vi vuole per alcune scene del suo nuovo film, Le leggi del desiderio. Le riprese sono previste questo fine mese, mentre la distribuzione è programmata nel Febbraio 2015 grazie a Medusa Film. Gli artisti interpreteranno dei partecipanti a uno show televisivo condotto dal life coach Giovanni Canton, il quale verrà interpretato proprio dal giovane Muccino. Il personaggio, spiega, è uno che viaggia perennemente tra cialtroneria e imbrogli, uno che promette di trasformare tutti in vincenti; eppure, non è logicamente possibile, in quanto nessuno è perfetto, anzi: la bellezza dell'essere umano è anche nei suoi difetti e nelle sue particolarità. Le leggi del desiderio, allora, affronterà proprio questo percorso narrativo alla riscoperta di sé stessi e delle proprie mancanze. Oltre a Muccino, nel cast ci saranno Maurizio Mattioli (uno che a 70 anni si innamora nuovamente della moglie), Carla Signoris (segretaria di un vescovo ma anche scrittrice di romanzi erotici) e Nicole Grimaudo (un personaggio tra Bridget Jones e Amelie, rivela il regista). 

Silvio Muccino fu un autentico enfant prodige: a soli 17 anni, interpreta il ruolo di protagonista nel bellissimo Come te nessuno mai, pellicola diretta dal fratello Gabriele nonché la sua opera più riuscita, catturando pienamente la vitalità adrenalinica e al contempo infuocata dell'adolescenza, tra primi amori e ansie per il futuro. Oltre a essere il personaggio principale, l'allora teenager ha anche collaborato alla scrittura della sceneggiatura, guadagnandosi una nomination ai David di Donatello. Tra i suoi successivi lavori attoriali ricordiamo Il cartaio (Dario Argento, 2004),  Ricordati di Me (sempre di Muccino senior, 2003) e Manuale d'amore (Giovanni Veronesi, 2005). Il primo film dietro la macchina da presa nel 2008 con Parlami d'amore, una pellicola che, per quanto non possa dirsi totalmente riuscita, contiene comunque alcuni elementi interessanti e squisitamente cinefili. Dopo Un altro mondo (2010), Le leggi del desiderio è il suo terzo lavoro registico dopo una pausa dalla recitazione che sta ormai durando anni. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box