Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 25 Marzo 2016

La Running tv e Lab.Cine.Arte organizzano un laboratorio per attori tenuto dal regista de "La cena per farli conoscere" presso l'Ateneo Veneto

Pupi Avati

A Venezia, nella splendida cornice dell’Ateneo Veneto, il 16 e il 17 aprile prossimi c’è un’opportunità che chi studia recitazione non dovrebbe assolutamente perdere.

Pupi Avati, uno dei più grandi registi del nostro tempo, padre di film come La casa dalle finestre che ridono  e Il papà di Giovanna, terrà una masterclass  sulle tecniche di recitazione cinematografica.

Ad organizzare la due giorni sono la produzione Running tv di Rebecca Basso e Lab.Cine.Arte (CinemArte produzione) di Andrea Simonella, in collaborazione con Doc Servizi. L’intento è quello di dare più informazioni e consigli possibili a coloro che vogliono intraprendere la carriera attoriale, una professione affascinante ma che nasconde talvolta ostacoli di diversa natura. Si andranno quindi ad approfondire le tecniche di recitazione cinematografica, di dizione e di improvvisazione, non dimenticando che la fase di selezione e di provini necessita di una solida e studiata preparazione.

Il corso ha la durata complessiva di dodici ore (due giorni dalle ore 11 alle 18) e ci si può candidare fino al 15 aprile; per la selezione è richiesta la preparazione di un monologo a scelta, ma l’organizzazione ha anche riservato dei posti per chi volesse partecipare come uditore per conoscere il cinema guardandolo da un altro punto di vista. Rebecca Basso, produttrice padovana, e Andrea Simonella, organizzatrice nel settore cinematografico si sono conosciute lavorando al teaser di Una nobile causa, film diretto da Emilio Briguglio sulla dipendenza provocata dal gioco d’azzardo che uscirà nelle sale a maggio.

[Leggi anche: Trailer, “Un ragazzo d’oro” di Pupi Avati]

“Crediamo molto nella lungimiranza del settore cinema nel nostro territorio. Per questo abbiamo pensato a un progetto di rinforzo di formazione cinematografica, a partire dalle basi del mestiere", afferma la direttrice organizzativa dell'evento Andrea Simonella. Rebecca Basso, produttrice e direttrice artistica dell'evento, sostiene a sua volta che “è importante parlare di cinema in Veneto, che si tratti di formazione, di produzione o post produzione. Abbiamo degli abili professionisti e il cinema dovrebbe essere considerato una risorsa per il territorio. È necessario riservargli maggior attenzione”. Il Nordest quindi non solo come terra di capannoni e medie imprese, ma anche come terra in cui si investe e si crede nel cinema.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box