Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 19 Settembre 2014

Il Museo Interattivo del Cinema organizza uno speciale lungo un week-end per ricordare uno dei più brillanti registi italiani. Tra le opere di Dino Risi che saranno proiettate "I mostri" e "Il sorpasso", senza dimenticare i corti e un documentario

I film di Dino Risi

Dal 25 al 28 settembre 2014 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta "Dino Risi - Una spietata ironia", un lungo weekend dedicato al grande regista, fra i maggiori artefici della commedia all'italiana.

Tra i suoi successi ricordiamo molte collaborazioni con i migliori interpreti italiani, tra i quali Alberto Sordi (Il vedovo, 1959; Una vita difficile, 1961) e Vittorio Gassman, quest'ultimo protagonista di I mostri insieme a Ugo Tognazzi, e di Il sorpasso (1962), forse il film più conosciuto e apprezzato del regista. La carriera di Risi si arricchisce negli altri Settanta di altri successi e il regista milanese ottiene anche due nomination al premio Oscar. La carriera del regista prosegue tra alti bassi fino a poco prima del 2008, anno in cui Risi muore, minato da una lunga malattia.

Nato nel capoluogo lombardo il 23 dicembre del 1916, Risi è uno psichiatra mancato: laureato in medicina, delude le aspettative dei genitori dedicandosi al cinema. Ma la capacità di caratterizzazione psicologica dei suoi personaggi rimarrà comunque un elemento caratteristico delle sue opere. Come tanti altri registi della sua generazione debutta nel cortometraggio documentaristico, per poi approdare al lungometraggio di finzione. Da qui in poi Risi si specializza nella commedia all'italiana, genere che, insieme a Mario Monicelli, contribuisce a caratterizzare.

La rassegna dedicata al regista milanese prevede la proiezione di sei lungometraggi e un programma selezionato di cortometraggi. Tra i lungometraggi, oltre ai citati Il vedovo, Una vita difficile, I mostri e Il sorpasso, verrà proposto il meno conosciuto documentario Il siero della verità (1948), che risente della formazione in psichiatria del grande regista sul tema dell’inconscio, e Il giovedì, un dolce ed efficace ritratto di una famiglia con genitori separati interpretato da Walter Chiari.

Tra i cortometraggi vanno segnalati, oltre allo splendido Barboni, che fotografa con realismo lo stato di indigenza dei milanesi nell' immediato dopoguerra, e Pescatorella, raro esempio di «canzone filmata». In collaborazione con MemoMI verrà inoltre proiettato il documentario Una bella vacanza. Buon compleanno Dino Risi! di Francesca Molteni. In occasione dei suoi 90 anni il Maestro Dino Risi ripercorre la storia del cinema italiano, dal dopoguerra ad oggi. Dal documentario emerge anche l'aspetto privato, inedito, della vita quotidiana di un grande testimone del suo tempo.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box