Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 20 Marzo 2016

La multinazionale ha creato una linea esclusiva di occhiali 3D per celebrare l'uscita del film diretto da Zack Snyder

Occhiali 3D RealD

Siete al cinema a vedere Batman v Superman: Dawn of Justice – il tanto atteso film in cui l’uomo ragno incontra l’uomo pipistrello – e notate che il vostro vicino ha degli occhiali 3D molto più belli dei vostri? È possibile, potrebbe essere uno dei fortunati ad aver vinto il contest indetto dalla RealD, una delle più importanti ditte che si occupano di sistemi di proiezione 3D. La multinazionale ha infatti prodotto una linea esclusiva di occhiali 3D pensati apposta per il film di Zack Snyder, in uscita nelle sale italiane il 23 marzo.

Sono disponibili tre versioni, a seconda di quale sia il vostro supereroe DC Comics preferito Batman, Spiderman o Wonder Woman. L’azienda garantisce che si tratta di veri e propri oggetti da collezione, curati nei minimi dettagli, che rispettano gli standard qualitativi offerti da tutti gli occhiali RealD: sicuri, igienici e progettati per dare il maggiore comfort possibile durante la visione del film, riducendo l'effetto 'ghosting' e l'offuscamento dell'immagine. Per aggiudicarseli basterà cliccare “mi piace “ sulla pagina RealD e commentare il post dedicato con una foto del supereroe favorito. In palio di sono 25 paia di occhiali BvS i cui vincitori saranno estratti proprio il 23 marzo.

[Leggi anche: RealD - Dietro le quinte del cinema 3D: la campagna che si rivolge agli studenti]

Qualche giorno fa vi avevamo parlato  di un’altra iniziativa legata alla compagnia, la RealD Educational Campaign. Una serie di incontri organizzati in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale, organizzazione impegnata a promuovere la condivisione della conoscenza, l’innovazione sociale e l’inclusione sociale, da sempre attenta a diffondere fra i giovani le competenze digitali.

Gli studenti delle scuole medie e superiori di Milano, Roma e Napoli infatti avranno l’opportunità di conoscere la tecnologia  del 3D molto da dietro le quinte, oltrepassando luoghi comuni e approfondendo un’educazione all’immagine in movimento che risulta essere ormai una disciplina necessaria nel nostro sistema scolastico. È importante infatti che gli studenti vengano formati anche cinematograficamente parlando, affinché il film venga percepito come materiale di studio fin dai primi anni del percorso scolastico di ognuno.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box