Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 23 Aprile 2014

Messo in crisi da problemi politici e finanziari, l'International Film Festival di Odessa (Ucraina) chiede aiuto al pubblico tramite il crowdfunding. Obiettivo è raggiungere la somma di 25.000 dollari per la quinta edizione dell'evento

Il red carpet dell'Odessa Film Festival

Il crowdfunding si conferma pratica potenzialmente determinante per le attività cinematografiche (e non): nello specifico, stavolta a direzionarsi su di esso è l'International Film Festival di Odessa (Ucraina), manifestazione in crescita per riscontro e popolarità, e che ha già ospitato nomi del calibro di Roger Corman e Michael Winterbottom. L'evento è attualmente in crisi per via della mancanza di finanziamenti economici pubblici, causata dalle severe misure attuate da un governo ad interim, sorto in un clima di rivolte e rivoluzioni ribollenti.

La scelta del crowdfunding, operazione che permette un sostegno economico collettivo dal basso tramite internet, potrebbe far sì che la kermesse abbia luogo anche nel 2014, per la sua quinta edizione, dall'11 al 19 luglio. Affinché l'evento si concretizzi, la somma da raggiungersi entro 50 giorni sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo è di 25mila dollari. Alta, ma tuttavia non impossibile: infatti, i capi di più di un centinaio di rassegne cinematografiche (da Cannes a Berlino, da Venezia a Varsavia) si sono mossi a favore di una campagna internazionale che spinga tutti i professionisti del settore (registi, produttori e oltre) ad appoggiare l'IFF di Odessa.

I responsabili del festival, dal canto loro, hanno posto all'attenzione internazionale un video a sostegno della campagna, ribadendo il bisogno di dare una mano e una possibilità ai film-maker autoctoni, per far sì che il loro cinema possa inquadrare, rappresentare e diffondere un pezzo ancora controverso e in atto della Storia ucraina.

 

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box