Ritratto di Francesca Borrione
Autore Francesca Borrione :: 25 Aprile 2014

Sono stati annunciati ieri i vincitori del Tribeca Film Festival 2014. "Motivation Zero", di Talya Lavie, ha vinto il premio per il miglior film. Valeria Bruni Tedeschi ("Il capitale umano") e Paul Schneider ("Goodbye to All That") migliori attori.

Tribeca Film Festival 2014

Sono stati annunciati ieri, durante la cerimonia di premiazione, i vincitori delle categorie principali del Tribeca Film Festival 2014, giunto ormai alla tredicesima edizione.

Motivation Zero, di Talya Lavie, ha vinto il premio per il miglior film. Motivation Zero, che è stato presentato in anteprima mondiale proprio al Tribeca, è una commedia nera sulla vita di un gruppo di soldati israeliani in una base militare nel deserto. Il film ha vinto anche il Nora Ephron Prize (dedicato unicamente alle registe o sceneggiatrici), che consiste anche in un assegno di 25.000 dollari.
Paul Schneider (The Newsroom, Come l’acqua per gli elefanti) ha vinto il premio come migliore attore per Goodbye to All That, opera prima dello sceneggiatore di Junebug e Stone, Angus McLachlan.

Registriamo l’inaspettata vittoria di Valeria Bruni Tedeschi, nella categoria migliore attrice, per il film di Paolo Virzì Il capitale umano.
Il premio alla migliore sceneggiatura è stato assegnato a Guillaume Nicloux, autore del semi-mockumentary The Kidnapping of Michel Houellebecq, che ha ricevuto anche il premio speciale della giuria.
Point & Shoot, di Marshall Curry, su un americano in prima linea durante la rivoluzione libica del 2011, ha vinto il premio per il migliore documentario, mentre i riconoscimenti alla regia sono stati assegnati rispettivamente a Josef Wladyka (Manos sucias) come migliore regista emergente e ad Alan Hicks (Keep On Keepin 'On) come regista emergente di documentari. I tre premiati hanno ottenuto un assegno di 25.000 dollari, mentre il premio per la migliore regia (film feature) include anche 50.000 dollari per i servizi di post -produzione.
Tra gli premi tecnici assegnati, si evidenziano quelli per la fotografia (a Damian Garcia per Gueros), il montaggio (Keith Miller per Five Star); montaggio di documentari (Sabine Lubbe Bakker, Ne me quitte pas).
Il progetto Clouds, di Jonathan Minard e James George, è stato proclamato vincitore nella sezione Storyscapes Transmedia, mentre Vara: A Blessing – già disponibile per lo streaming online durante il Festival - ha vinto l’Online Festival Award, votato dai visitatori del sito ufficiale del Tribeca.
Il Tribeca Film Festival si concluderà ufficialmente il 27 aprile.
Di seguito, la lista completa dei vincitori.

World Narrative Competition Categories:
The Founders Award for Best Narrative Feature – Zero Motivation, sceneggiatura e regia di Talya Lavie (Israele).
Special Jury Mention – The Kidnapping of Michel Houellebecq, regia di Guillaume Nicloux (Francia).
Best Actor in a Narrative Feature Film – Paul Schneider, Goodbye to All That
Best Actress in a Narrative Feature Film – Valeria Bruni Tedeschi, Il capitale umano
Best Cinematography – Damian Garcia, Güeros
Best Screenplay– Guillaume Nicloux, The Kidnapping of Michel Houellebecq
Best Narrative Editing – Keith Miller, Five Star

World Documentary Competition Categories:
Best Documentary Feature – Point and Shoot, regia di Marshall Curry (USA)
Special Jury Mention – Regarding Susan Sontag, regia di Nancy Kates (USA)
Best Documentary Editing – Sabine Lubbe, Ne Me Quitte Pas

Best New Narrative Director Competition:
Best New Narrative Director – Josef Wladyka, Manos Sucias
Special Jury Mention – Alonso Ruizpalacios, Güeros

Best New Documentary Director Competition:
Best New Documentary Director – Alan Hicks, Keep On Keepin’ On

Short Film Competition Categories:
Best Narrative Short – The Phone Call, regia di Mat Kirkby (UK)
Best Documentary Short – One Year Lease, regia di Brian Bolster (USA)

Special Jury Mention – The Next Part, regia di Erin Sanger (USA)
Student Visionary AwardNesma’s Bird, regia di Najwan Ali e Medoo Ali (Iraq)
Special Jury Mention – Cycloid, regia di Tomoki Kurogi (Giappone)
Bombay Sapphire Award for Transmedia - Clouds, di Jonathan Minard e James George (USA)
The Nora Ephron Prize – Zero Motivation, sceneggiatura e regia di Talya Lavie (Israele)
Special Jury Mention – I Won’t Come Back, regia di Ilmar Raag (Bielorussia, Estonia, Finlandia, Kazakhstan, Russia)

Tribeca Online Festival Categories:
Tribeca Online Festival Best Feature Film – Vara: A Blessing, regia di Khyentse Norbu (Bhutan)
Tribeca Online Festival Best Short Film – Love in the Time of March Madness, regia di Melissa Johnson and Robertino Zambramo (USA)

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box